high tech

Geox: una tecnologia brevettata fa "respirare" anche i capispalla

Nota per le "scarpe che respirano", Geox applica anche all'abbigliamento tecnologie avanzate, tramite un sistema brevettato, studiato per garantire un elevato grado di comfort.

 

Usando uno speciale sistema costruttivo dei capispalla, ispirato al principio fisico della "convezione" (in base al quale l'aria calda tende a espandersi verso l'alto), il calore eccessivo sale con l'evaporazione attraverso un'intercapedine, detta spacer, posta attorno al corpo e più precisamente sotto la fodera, in modo da uscire passando per una fascia di aeratori posta sulle spalle.

 

In questo modo il corpo è in grado di "respirare" più liberamente, come ha dimostrato un test di laboratorio con specifiche apparecchiature brevettate: «La tecnologia Geox - si legge in una nota - aumenta fino al 40% la capacità di traspirazione di un indumento».

 

Diminuisce così l'umidità percepita e non si avvertono i disagi causati dall'eventuale eccesso di calore.

 

Pezzi forti della collezione di outerwear del marchio sono Amphibios e Nebula, garanzia rispettivamente di impermeabilità e schermatura dal freddo, oltre che di multifunzionalità, e di un esclusivo tessuto stretch con imbottitura ecologica, integrata con il sistema 3D Breathing Engineering.

 

stats