MILANO MODA UOMO perde un altro pezzo

N°21 sfilerà co-ed a settembre

Anche N°21 adotta la formula dei fashion show co-ed: non sarà dunque in passerella durante Milano Moda Uomo di giugno, ma sfilerà a settembre con il menswear e il womenswear della primavera-estate 2020.

Il calendario della settimana della moda maschile nel capoluogo lombardo - in programma dal 14 al 17 giugno - perde dunque un altro pezzo, dopo che sia Salvatore Ferragamo, sia Msgm hanno annunciato che saranno a Firenze durante Pitti Uomo, di scena dall'11 al 14 giugno.

«Si tratta di una scelta in sintonia con la strategia del brand - si legge in un comunicato di N°21 - volta a legare le collezioni uomo e donna e a presentarsi al mercato con un riferimento stilistico unico e preciso, in grado di rafforzare il posizionamento del marchio».

«Il mix di elementi femminili e maschili rappresenta da sempre uno dei codici stilistici di N°21. Ritengo che questo sia un passaggio del tutto naturale, in linea con l’approccio creativo che vede le due collezioni sempre più vicine», ribadisce il fondatore e creative director, Alessandro Dell'Acqua (nella foto).

Il ceo Roberto Ortello aggiunge che a partire da metà giugno il menswear primavera-estate 2020 sarà comunque in vendita presso la showroom direzionale, insieme alla pre-collezione donna.

N°21, che ha esordito con l'autunno-inverno 2010/2021, è attualmente distribuito in più di 600 multimarca nel mondo, oltre che nei flagship di Tokyo, Milano, Hong Kong, Pechino e Seoul. 

a.b.
stats