Il debutto alla couture week di Parigi

Chitose Abe (Sacai) sarà la prima guest designer di Gaultier

Si apre un nuovo capitolo della serie guest designer: Jean Paul Gaultier, che alla couture week dello scorso gennaio ha detto addio alle passerelle con una sfilata kolossal, ha deciso di invitare un diverso designer ogni stagione per interpretare lo stile della griffe. Si parte con la stilista giapponese Chitose Abe, alias Sacai.

Per la creativa, la cui prima prova è attesa alla prossima couture week di Parigi, si tratta di una chance unica di interpretare il dna del brand, che l’ex enfant terribile ha forgiato nell’arco di 50 anni, potendo avvalersi del know how del suo atelier.

«L'idea di diversi designer che interpretano un marchio di haute couture mi è venuta in mente negli anni Novanta – ha affermato Gaultier -. per una casa di alta moda che si è trovata senza stilista. Sono lieto che questo concetto diventerà realtà ora, con Chitose Abe come prima guest designer. Apprezzo il suo lavoro, abbiamo molte cose in comune dal punto di vista creativo e una visione simile della moda. Poterle dare una totale libertà di esprimersi mi rende felice».

«Ammiro la visione unica di Jean Paul della femminilità sovversiva e della sua originalità, aspetti per i quali mi sono sempre battuta nel mio lavoro, fin dagli inizi – ha dichiarato Chitose Abe -. È un vero onore per me avere la chance di essere custode della maison come prima interprete del progetto».

Sacai non è nuova alle collaborazioni e annovera realtà come NikeUggs The North Face nel suo carnet di special capsule.

Chitose Abe ha lanciato la sua label a Tokyo nel 1999 con cinque outfit, introducendo i primi look maschili nel 2006, ma ha atteso il 2011 prima di salire in passerella.

Da allora si è conquistata una nutrita schiera di seguaci, che apprezzano il suo stile decostruito e al tempo stesso facilmente interpretabile, risultato della combinazione di texture e proporzioni contrastanti e dell’unione di elementi di differenti capi, da cui scaturisce qualcosa di totalmente nuovo.

Prima di disegnare en solitaire, aveva lavorato da Comme des Garçons sotto la guida creativa di Rei Kawakubo Junya Watanabe

Figura iconica della moda francese, famoso per le sue stampe tattoo e il suo punto di vista sovversivo, Jean Paul Gaultier ha invece lanciato il suo brand nel 1976 ed è diventato protagonista della scena fashion francese negli anni Ottanta, insieme a Claude MontanaThierry Mugler

Nel 2014 ha chiuso la linea di ready-to-wear, per concentrarsi sulla couture e sul beauty. Ora, dopo la decisione di passare ad altri lo scettro creativo dell’alta moda, dovrà definire il suo ruolo all’interno della maison.


c.me.
stats