Il debutto del designer scozzese

A Milano come a Glasgow: con Charles Jeffrey Loverboy la working class diventa queer

«Milano mi ricorda la mia Glasgow». Sono stati i binari del tram, la vita notturna, lo spirito di volontà e l’operosità, l’anima nordica a convincere Charles Jeffrey Loverboy che il capoluogo lombardo fosse la città perfetta dove far sfilare la sua collezione, in passato protagonista alla fashion week di Londra e presente in oltre 90 multimarca nel mondo.

«A Milano c'è una scena underground che merita di essere portata alla ribalta» ha dichiarato il designer scozzese, che ha confermato di voler sfilare anche nelle prossime stagioni in città, dove ha già un network di amici/sostenitori fra cui il direttore creativo di Marni, Francesco Risso, presente in prima fila allo show.

Pur avendo trovato sotto la Madonnina il set ideale per le sue collezioni, Charles Jeffrey è orgogliosamente legato alle sue origini, tanto da aver creato un “Loverboy tartan” con motivo depositato, mentre il kilt domina sulla passerella dove sfila la collezione FW23/24 anche ridotto a un accenno, come sul retro della giacca sartoriale indossata come abito.

In pedana modelle e modelli indossano gli stessi capi: maxipull a motivi etnici scozzesi, mini kilt, reggicalzini e stivali scintillanti. Nelle prime uscite tutti hanno il volto sporco di nero, perché sono usciti da una sala macchine (engine room in inglese, titolo della collezione per il prossimo inverno). Come se fossero operai, portano lampade di paraffina e si muovono in un mondo i cui confini sfumano tra magia e working class, anche grazie alla collaborazione con l'artista e drammaturgo John Byrne, ex di Tilda Swinton, il cui universo surreale è un omaggio alla working class.

I suoi quadri sono riprodotti, nella seconda parte dello show, su abiti a cravatta, cappotti e gonne, indossate da modelli e appartenenti alla comunità queer dove è nato il progetto Loverboy che, inizialmente, era un «queer club night che organizzavo - racconta lo stilista scozzese - per pagarmi gli studi alla Saint Martin's».

an.bi.

MILANO MEN FW 23-24: CHARLES JEFFREY LOVERBOY


stats