IL SODALIZIO CONTINUA

Luisa Viola: gli anni Ottanta secondo Mara Venier

«È il terzo anno. Doveva durare sei mesi e, invece, siamo ancora qui». Scherza, ma è orgogliosa del suo inedito ruolo di fashion designer, Mara Venier, conduttrice di Domenica In, che dal 2016 firma in tandem con il team stilistico di casa Miroglio la collezione Luisa Viola.

«Non sono una semplice testimonial. Io controllo tutto. Scelgo i tessuti, i modelli, li provo, decido "Questo sì, questo no"», dice al presentatore della sfilata Alfonso Signorini.

«Questa è una collezione che mi somiglia - aggiunge -. Sono pezzi pratici, che fanno sentire a proprio agio le donne».

Capelli ricci effetto permamente come si usava negli Eighties, glitter à go-go e lustrini da disco fanno da filo conduttore a un moodboard con legging, parka in lana cotta e cardigan morbidi, attraversati da paillette, su basi scure come nero e blu notte.

I capispalla rieditano la power jacket degli anni Ottanta a un solo bottone in gessato maschile, abbinata a pantaloni a sigaretta con la banda - luccicante of course - e soluzioni in velluti jacquard e dévoré.

Soddisfatto Martino Boselli, brand director di Luisa Viola: «In questo progetto Mara mette anima e cuore e i risultati lo confermano. I sell through ottenuti in questi anni ci danno la volontà e la sicurezza nel proseguire. Con lei stiamo portando avanti un grande lavoro di team».

a.t.
stats