In Francia showroom aperte solo one-to-one

Parigi vieta il pubblico alle sfilate, a Milano Etro e Fendi a porte chiuse. Per K-Way evento in presenza

A Parigi si potrà sfilare, ma solo a porte chiuse. In molti si auguravano di poter tornare agli show in presenza in occasione della fashion week maschile (dal 19 al 24 gennaio, con 71 marchi) e di alta moda - con 32 maison coinvolte dal 25 al 28 gennaio - ma le istituzioni li ha vietati.

Secondo quando si apprende dalla stampa francese, la prefettura di Parigi ha informato la Fédération de la Haute Couture ed de la Mode che non ci potranno essere show fisici nel formato abituale.

«Tuttavia le riprese sono autorizzate, il che significa che le maison che hanno organizzato spettacoli fisici possono registrare o trasmettere in streaming i loro show», ha precisato Pascal Morand, presidente esecutivo della Fédération de la Haute Couture et de la Mode.

Chiarite anche le linee guida che regoleranno l'attività delle showroom di Parigi, dove gli incontri si potranno svolgere solo per appuntamento one-to-one, a condizione che vengano rispettate rigorose linee guida di sicurezza. Confermato nella capitale anche il coprifuoco notturno, dalle 20 fino alle 6 del mattino.

Uno scenario "a porte chiuse" che sarà probabilmente seguito anche a Milano. Anche se la capitale della moda italiana per ora non ha avuto divieti ufficiali, come nel caso della Francia, la linea della prudenza sembra già prevalere.

Alla fashion week uomo, in programma dal 15 al 19 gennaio, ci sarebbero dovute essere cinque sfilate fisiche in presenza del pubblico. Nei giorni scorsi Dolce&Gabbana ha annunciato la decisione di annullare la propria. A seguire, Fendi ed Etro (foto) hanno fatto sapere che lo show resta confermato ma a porte chiuse, mentre la new entry nel calendario di Milano, K-Way, sarebbe intenzionata a confermare l'evento fisico (programmato presso il nuovo Basic Village allo Scalo Farini di Milano), da trasmettere in diretta streaming ma con una trentina di ospiti previsti a bordo pedana.

Ancora non ufficializzata la decisione presa da Solid Homme, quinto marchio ad aver annunciato il défilé fisico a Milano.

an.bi.
stats