In vendita dal novembre 2021

Armani debutta nell’alta orologeria con Parmigiani Fleurier

Giorgio Armani ha deciso di cimentarsi nell’alta orologeria e per farlo ha scelto come partner la svizzera Parmigiani Fleurier, realtà fondata nel 1996 da Michel Parmigiani, maestro orologiaio e restauratore, che sa combinare il gusto italiano con la precisione svizzera.

La collezione del debutto, in vendita dal novembre 2021 in selezionate boutique Giorgio Armani, prevede una serie di segnatempo realizzati interamente a mano e in edizione numerata, espressione dell’estetica Armani.

«L'incontro con Parmigiani Fleurier - racconta lo stilista-imprenditore - è stato naturale: ci accomuna il culto della perfezione e la ricerca del bello come espressione di valori senza tempo. Questa serie di orologi è la sintesi della mia visione, fatta di precisione della linea e pregio della materia, applicata a prodotti speciali».

Nei primi dieci mesi 2020 l’export di orologi svizzeri ha registrato un calo del 25,8%, soprattutto a causa del Covid. Tra i 10 maggiori Paesi buyer, la Cina è risultato l’unico con acquisti in aumento: +11% rispetto allo stesso periodo del 2019. Il Grande Paese, da cui è partita la pandemia, è diventato il primo mercato estero di orologi svizzeri, davanti a Stati Uniti e Hong Kong.

La Svizzera produce poco più di 20 milioni di orologi l'anno, il 2% circa del totale mondiale, ma oltre il 95% degli orologi venduti nel mondo il cui valore supera i 1.000 franchi è prodotto in territorio elvetico.

e.f.
stats