LA CRUISE 2023 AL SALK INSTITUTE

Louis Vuitton sfila sotto il tramonto magico di San Diego

Louis Vuitton è tornato a sfilare in presenza con la Cruise 2023 al Salk Institute for Biological Studies di La Jolla, San Diego, California, uno dei più prestigiosi istituti di ricerca scientifica in campo biomedico a livello globale. Una scelta voluta da Nicholas Ghesquière, direttore artistico della maison, per orchestrare un racconto quasi cinematografico del nostro futuro incerto ma anche dell’ottimismo che pervade l’indole umana, attraverso una collezione nomade che talvolta ci ricorda una donna guerriera alla Mad Max.



Esaltata dalla struttura brutalista dell’istituto scientifico, disegnato secondo negli anni ‘60 dell’architetto Louis Khan, dal tramonto sfolgorante del sole - con i raggi incorniciati alla perfezione tra gli assi della fontana centrale - e dal suo riflesso sull’acqua ha preso vita una collezione composta da crop top a scudo, mantelline rigide come armature, sovrapposizioni di paillettes ed effetti bling bling, fatti per stupire i buyer e il parterre.



Quella di Louis Vuitton è, come si diceva, una donna che somiglia a un’eroina, con il corpo coperto per contrastare i cambiamenti repentini del clima, ma che resta sempre sensuale, grazie a linee e drappeggi. Ai piedi, come vuole la moda desertica, solo boot e sneaker con decori a catena.



Oltre al sole come ospite d’onore - e fonte di ispirazione di abiti pieni di riflessi tipici della luce della West Coast - sono intervenuti all’evento Delphine Arnault, Anna Wintour e numerose star del cinema, da Ana de Armas a Léa Seydoux, fino a Samara Weaving, Emma Roberts, Billie Lourd, Renate Reisnve, Chloë Grace Moretz e Miranda Kerr.

a.c.




stats