La FW 22/23 presentata online

Vetements: una moda per la generazione 5G

Con la collezione autunno-inverno 2022/2023 Vetements ridefinisce i concetti di savoir-faire e alta sartoria, un tempo appannaggio dell'aristocrazia, se non addirittura dei reali, ma che ora seducono i nuovi "milionari 5G", diventati ricchi e a volte anche famosi grazie ad Internet.

Una nicchia di mercato che scaturisce dai fenomeni sociali ed economici della nostra era, in cui un puro investitore in una nuova moneta virtuale, come il bitcoin, assume un enorme potere economico e lo stesso può accadere a chi più semplicemente condivide i momenti più privati della propria vita sui social media, facendo diventare il proprio account una sorta di bancomat.

La collezione utilizza tutte le innovazioni tecnologiche disponibili sul mercato nel creare indumenti in jersey e molton, un materiale che tradizionalmente viene usato solo per T-shirt e felpe, dando vita a un guardaroba pratico, pronto per essere messo in valigia.

Capi su misura, dove la semplice tuta diventa appunto una creazione di alta sartoria, grazie anche allo studio accurato delle proporzioni classiche di modellistica, modificate digitalmente attraverso il 3D: in questo modo le silhouette tipiche della couture riescono ad assumere forme esagerate e, soprattutto, completamente nuove.

Pezzi fatti di strati invertiti e capovolti vengono sovrapposti a T-shirt e indossati su giacche sartoriali e felpe con cappuccio, abbinate a cappotti oversize.

Si tratta di modelli fatti per mutare continuamente: le proposte in denim e i pantaloni possono essere di diverse lunghezze e così i cappotti, che si trasformano in giacche e imbottiture staccabili nei capispalla. Il tutto mirato a garantire a chi li indossa la possibilità di utilizzarli con diversi climi e differenti condizioni atmosferiche, un modo di rallentare la corsa al consumo.

Le tute intere con le maschere diventano un capo iconico nell'epoca della VPN, perché garantiscono la privacy in un mondo in cui la stessa privacy rappresenta il massimo lusso, mentre il resto viene costantemente monitorato dai giganti della tecnologia attraverso la Rete.

Un nuovo lusso, quello di Vetements, che si rispecchia anche nella creatività delle stampe all over riprese dalle banconote da un milione di dollari, dai chip di computer utilizzati per l’estrazione di bitcoin e dai i biglietti della lotteria, mentre i monogrammi sono reinventati prendendo spunto da monete crittografiche e icone 5G.

In sintesi, Vetements trova il punto d'incontro fra moda e alta sartoria per l’era di Internet ad alta velocità, per moderni alieni in vena di un lusso sempre più "minimalista", ma con un'accezione totalmente inedita, e riciclabile.

a.c.

stats