la pre-fall 2019 in passerella a Tokyo

Dior Homme: il Giappone contemporaneo dialoga con l'heritage

Dominata da una scultura futuristica alta 11 metri più uno di piedestallo, realizzata dall'artista Hajime Sorayama, la sfilata Pre Fall 2019 di Dior Homme, presentata a Tokyo, ha centrato l'obiettivo di coniugare un'identità "very Dior" con la contemporaneità.

L'affinità elettiva tra Monsieur Christian Dior e il Giappone era forte e spesso nelle sue creazioni si ritrovavano ispirazioni a questo Paese. A distanza di anni, il neodirettore creativo di Dior Homme, Kim Jones, compie un'operazione analoga ma senza indulgere nel passato, né in un omaggio fine a se stesso al Sol Levante.

Il suo obiettivo è l'ibridazione fra la tradizione e il nuovo, la cultura sartoriale e lo streetwear, con una fascinazione verso le uniformi che sfocia nel contrario, ossia nel rifiuto dell'uniformità e dell'omologazione.

TOKYO MEN'S PRE-FALL 2019: DIOR




Tre leitmotiv dello stile Dior al maschile - il tweed, il colore rosa e la stampa "panthère" - vengono ripresi e trasformati, evolvendo per esempio il "signature rose" tipico della maison nella tonalità Sakura o conferendo al tweed un aspetto usurato, che lo rinnova.

In passerella dominano il nero e il grigio metropolitano, ma anche molte luminescenze e iridescenze, con il Tailleur Oblique di taglio diagonale riportato alla ribalta come emblema di un'eleganza che abbatte il confine tra formale e informale.

Un ruolo chiave è giocato dagli accessori, tra cui una versione contemporanea della linea Street Chic del 2002, dove le borse hanno componenti esterne staccabili e riattaccabili.

Nelle proposte confluiscono dunque il dna della griffe, l'energia disruptive del Giappone di oggi e l'influsso dell'arte di Sorayama, che oltre a ideare il "monolito" simile a un robot, pezzo forte della scenografia con i suoi 9.150 chili di peso, ha collaborato con Jones nella realizzazione di alcuni accessori.

Di oggi la notizia che Pietro Beccari, presidente e ceo di Christian Dior Couture, riceverà il 21 dicembre da parte dell'Università di Parma l'Alumnus dell'Anno, riconoscimento appena istituito  dall'Ateneo e dall'Associazione Alumni e Amici dell'Università di Parma, che rende omaggio ai laureati che si sono distinti in campo professionale.

TOKYO MEN'S PRE-FALL 2019: Parterre Dior




a.b.
stats