la resort 2020 a los angeles

Moschino in chiave horror agli Universal Studios

Lo scenario è quello (fintamente) rassicurante delle villette americane appena ridipinte, ma essendoci di mezzo l'istrionico Jeremy Scott e il marchio dissacrante per eccellenza, Moschino, il quadro stucchevole e idilliaco è solo una trovata per inscenare un horror show in piena regola.

La presentazione della Resort 2020 uomo e donna del marchio nell'orbita del Gruppo Aeffe, agli Universal Studios di Los Angeles, inizia così, con il tranquillo silenzio di un quartiere suburbano, rotto da piccoli rumori sempre più inquietanti: un rubinetto che non smette di gocciolare, un bussare costante, mentre le luci cominciano a tremolare.

All'improvviso una porta si spalanca, si ode un grido ed è il benvenuto in un mondo dark fatto di spose cadavere, mummie, scheletri, zombie, pipistrelli, streghe con il classico cappello a punta che emergono dal crepuscolo nebbioso e un'ironica rivisitazione delle gemelle del film Shining.

I vestiti vanno di conseguenza: una ragnatela di catena di catena d'oro ricamata su un dress nero in crêpe de chine fa da contraltare al modello bianco in paillette, mentre sulle sottovesti in seta con inserti in pizzo appare una serigrafia jack-o'-lantern e il completo in cotone nero è decorato con stelle di perline e lune crescenti.

Il rosso sangue e il blu elettrico sono i colori d'elezione dei trench in pvc, da portare con completi multicolor, e non sorprende trovare cicatrici ricamate su giacche e pantaloni in pelle neon da motociclista o patchwork che rendono gli outfit con pant sartoriali simili agli abiti degli spaventapasseri.

a.b.

resort 2020 uomo e donna: Spooky couture by Moschino





 

stats