la sfilata della collezione métiers d'art

Chanel: al Met di New York rivive l'Antico Egitto

Chanel ha presentato al Metropolitan Museum of Art di New York Métiers d’art, collezione dedicata ai laboratori artigianali che fanno parte di Paraffection, sussidiaria che la maison aprì nel 1997: una realtà il cui obiettivo è dare voce al patrimonio artistico, artigianale e tecnico insito nell'heritage francese. 

Si tratta di 26 produttori riuniti in un'associazione da oltre 20 anni, ma che in parte collaborano con Chanel fin dai tempi di Mademoiselle Coco, oppure dall’arrivo di Karl Lagerfeld alla direzione creativa. 

Sotto l'ombrello Paraffection ci sono l’arte orafa di Goosens, quella calzaturiera di Massaro, i ricami e i tweed di Lesage, i bottoni e le fibbie di Desrues, i fiori e le piume di Lemarié, i cappelli di Maison Michel.

A New York le modelle hanno sfilato nel Tempio di Dendur, costruito nell’Antico Egitto attorno al 15 a.C. ed esposto al Met dal 1978, coerentemente con la convinzione di Lagerfeld che «niente è più moderno dell’antico».

Tutta la prima parte dello show si è sviluppata intorno a una serie di giacche sagomate su gonne kilt fasciate da shendyt o wrap-around, come in uso nell'antico Egitto. 

Al posto degli abiti, si impongono tubini sottili di garza color avorio lunghi fino alle caviglie, come i kalasiris indossati da Cleopatra e dalle sue ancelle. Gli splendidi tailleur in tweed sono di carichi di oro splendente, adornati da monili. 

Le stampe si fanno accese, ispirandosi alla grande architettura degli Anni Venti e ricordando Memphis, il collettivo italiano di design e architettura fondato da Ettore Sottsass
anch’esso con un rimando alla capitale dell'Antico Egitto, Menfi. 

NEW YORK 2018/19 METIERS D'ART COLLECTION: CHANEL




Il colore, definito nell'Antico Egitto con la parola Iwen, è parte integrante della collezione e si concretizza in una tavolozza che va dall’ocra al oro, dal rosso sangue al nero carbone, fino al blu, per approdare al verde.


In pedana persino Pharrell Williams, moderno Faraone con pantaloni e stivali di pelle dorata, una tunica in maglia, e una collana che non passava inosservata. 

Nel post-show, party a Central Park con esibizioni varie, tra cui quella del cantante etiope Kelela.

NEW YORK 2018/19 METIERS D'ART COLLECTION: Parterre Chanel




 

a.c.
stats