LA SFILATA NELL’AVVENIRISTICO LOUIS II

Celine: la gym couture di Slimane scende in campo allo stadio di Monaco

Il grande logo di Celine disegnato perfettamente sul prato verde al centro, le luci che lampeggiano dall’alto alternandosi a ritmo psichedelico, le corsie rosse che segnano il tracciato delle modelle, tutte con scarpe basse, cappellini da baseball e capelli al vento. Le tribune sono vuote, ma Hedi Slimane ricrea l’energia con la hit I like him di Princess Nokia e un susseguirsi di item easy e smart.

L’avveniristico palcoscenico dello stadio Louis II del Principato è già una promessa: base perfetta per il messaggio di una collezione di impronta ginnica, con tute e felpe, blouson con cappuccio, top cropped (con logo in super bella vista), gilet e pantaloni in denim, short da runner, scarponicini da trekking, anfibi o boot antipioggia.

Lo stilista, alla corte di Lvmh dal 2018, non dimentica però l’estrazione deluxe del marchio, anche se è netta la volontà di sintonizzarsi sulle frequenze di un pubblico perennemente in sneaker e senza gabbie estetiche: abbinate a camicie grunge a scacchi o bomber preppy ci sono anche abiti plissettati e camicie con il fiocco, blazer a quadretti e piccole giacche con bottoni gioiello, minipull, gonne a balze, tailleur gessati.

Vibrano di lusso anche le borse piccole portate a tracolla, spesso con l’iconica catena oro, gli abiti fluidi e dai bagliori iridescenti, ma l’effetto è sempre dégagé, facile, con l'obiettivo di confezionare un assortimento che non resti troppo a lungo nei negozi.

a.t.
stats