LA TRADIZIONE SARTORIALE INCONTRA L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA

Il nuovo corso di Pal Zileri, tra eleganza effortless e sostenibilità

Semplicità e armonia sono le parole chiave di Pal Zileri, che dopo l’emergenza sanitaria ha costruito una nuova identità aziendale, dando vita a un nuovo modo di pensare e di vivere la moda, che risponde alle richieste di mercato e a una diversa percezione del rapporto fra uomo e ambiente.

Un nuovo modo di interpretare lo stile maschile contemporaneo votato più alla sottrazione dei capi che all’addizione, con l’obiettivo di individuare l’essenza stessa del prodotto, senza aggiungere dettagli o fronzoli.

È questo l’obiettivo suggerito dal lavoro del team creativo interno del brand, che ha creato, più che una mera serie di abiti, una selezione di capi che nascono dal desiderio di opporre al moltiplicarsi insensato della merce sul mercato una proposta di classici come maglioni e capispalla, costruiti in nuove forme, materie e colori.

Una svolta importante, perché Pal Zileri è un marchio che ha fatto dell’abbigliamento maschile un sistema di eccellenze che coinvolge tecniche sartoriali su materiali pregiati, lavorazioni artigianali, «con la mission di creare oggetti belli, di grande qualità e dal design distintivo», come sottolinea Leo Scordo, Brand Director Pal Zileri.

Una qualità e uno stile sussurrati, che hanno dato vita a un nuovo posizionamento e relativa offerta di prodotto, passando dalla centralità dei capi formali a una proposta urban casual di nuova generazione.

«Il progetto è nato da una nuova filosofia, fatta di ritmi più umani, di uno stile distintivo e mai urlato - dichiara Marco Savania, ceo Pal Zileri (nella foto) - dove la praticità, la ricerca dei dettagli e la performance dei materiali rispettosi dell’ambiente sono le caratteristiche chiave che contraddistinguono oggi il guardaroba del brand, applicate a un forte senso estetico».

Da qui nasce la volontà di ridurre il numero di SKU, per concentrarsi sullo sviluppo della collezione, che segue le esigenze del mercato e la richiesta di un consumatore attento ai materiali e tessuti impiegati, per ogni occasione d’uso.

«Ci siamo impegnati in questo progetto, che ha come filo conduttore la qualità dei materiali ecosostenibili - precisa Marco Savania - come il cascame di seta, una fibra tessile residua derivata dal processo di tessitura della seta oppure il Graphene, che è una sottilissima membrana di carbonio di ultima generazione che permette una termoregolazione ideale del corpo in soli cinque minuti».

L’altro carattere che sottolinea questa nuova espressione di moda è uno stile autonomo, che invece di riflettere in modo didascalico l’abbigliamento maschile classico, si proietta verso il racconto di soluzioni contemporanee.

Come spiega Marco Savania, la collezione è composta da una serie di capi dall’estetica «assoluta», in grado di parlare un linguaggio diretto senza vincolarsi allo stile formale o a quello di tendenza, attraverso due guardaroba: Effortles Attitude, che trova nel nuovo progetto Pal Zileri Oyster i propri capi iconici, in particolare una Field Jacket e un Parka, ed Earth Leisure per un appeal rilassato e naturale, fatto da peacoat in lana e seta, giacche camicie, abiti in pura lana pettinata o velluto stretch, cappotti doppiopetto decostruiti in lana e cachemire, camicie in flanella e pantaloni drawstring e chino in velluto a coste larghe.

E qui ritorna il tema della sottrazione del superfluo, fin nei dettagli: come nel capospalla “Oyster Jacket”, che presenta diverse tasche sia esterne che interne, ma anche negli accostamenti inusuali dei tessuti, nelle linee e nei volumi che si differenziano nelle varie taglie uomo, disegnando una stessa attitude.

a.c.
stats