lifestyle

Missoni Baia a Miami: nel vivo del primo progetto residenziale della griffe

Dopo l'annuncio di inizio aprile, emergono altri dettagli su Missoni Baia a Miami. A firmare il progetto architettonico del nuovo complesso residenziale di 57 piani per 200 metri di altezza - sviluppato dalla griffe insieme a Oko Group - è Hani Rashid di Asymptote Architecture (frutto di una partnership con Lise Anne Couture), al quale recentemente è stato chiesto di disegnare la filiale moscovita del Museo di Arte Moderna dell'Hermitage.

 

La struttura di Miami, primo complesso residenziale in assoluto per la casa di moda fondata nel 1953, sorgerà in un tratto di circa 60 metri sul litorale della Biscayne Bay, nel quartiere in espansione di Edgewater.

 

«Missoni Baia - dice Vladislav Doronin, presidente e ceo di Oko Group - rappresenta quanto di più all'avanguardia ci sia in termini di qualità, a partire dalla scelta di un nome di rilievo come Hani Rashid, mentre gli interni sono "by Paris Forino", sotto la direzione creativa di Angela e Rosita Missoni». A occuparsi del côté paesaggistico è Enzo Enea.

 

«L'offerta di amenity d'avanguardia, influenzate dalla mia personale passione per il benessere - aggiunge Doronin - si differenzia da quella di qualsiasi altra residenza privata di Miami».

 

«L'idea di inserire non solo la vision, ma anche il lifestyle del nostro marchio in un progetto come questo è per me fonte di grande ispirazione - interviene Angela Missioni -. Del resto, il nostro design affonda le radici nell'innovazione estetica e tecnica».

 

La parola, infine, ad Hani Rashid, co-fondatore e design partner di Asymptote Architecture: «Miami è una città di respiro internazionale. Le sue nuove opere devono riflettere e celebrare questa fase di maturità». Missoni Baia, informa Rashid, si ispira ai grandi scultori americani, vedi Sol LeWitt e Donald Judd, unite alla "poesia matematica" del venezuelano Jesus Solo.

 

«Sono artisti - commenta Rashid - che hanno celebrato la purezza, la musicalità e l'eloquenza della forma perfetta. Partendo da tale dna, questo building è stato concepito quale allusione a una Miami nuova ed elegante» (nella foto, Angela Missoni al termine di una sfilata Missoni).

 

stats