london fashion week

Christopher Kane: una femminilità in forma plastica

Imaxtree

La collezione donna di Christopher Kane per la stagione Fall-winter 2019/2020 parla delle passioni del designer per le shape femminili e i dettagli futuribili, quasi un rimando alle pillole di Damien Hirst.

La silhouette è precisa e rassicurante. Gli abiti in raso a sirena, decorati da ruche, segnano senza costringere. I tubini effetto space sono cosparsi da paillettes, che sembrano fiches da roulette.

Gli outifit in bianco con intarsi di latex nero o di borchie in Swarovski, invece, sconfinano nel mondo fetish, consacrando il talento di Kane nel dar voce alle nuove perversioni di oggi, che poi sono più o meno le stesse di ieri: sesso e seduzione.

Il colore a volte crea disegni astratti, altre si presta a fantasie che hanno lo scopo di far emergere dalla complessità l’essenza delle cose, come se fossero quadri di Mondrian.

La T-shirt nera con la scritta Rubberist, così come pure la camicia, diventa una tavolozza da pittore grazie alla quale potersi esprimere, dedicandosi al colore più vivo che si accende nei tessuti e decorazioni ma sempre in punta di piedi, senza eccessi. La pennellata regna sovrana e diventa la vera protagonista.

Due i tipi di borsa visti in pedana: l'alternativa è infatti tra il modello piatto o tondo in colori accesi e con una zip tutt’intorno e la pochette ellittica, in plastica trasparente e fluo.

Tra le calzature, i boot comodi e confortevoli, must della stagione fredda, lasciano il posto alle sneaker bianche e alle open-toe dai riflessi iridescenti.

Con questa collezione Christopher Kane conferma il suo talento per un approccio sperimentale, confermandosi una delle punte di diamante della scena fashion londinese. 

a.c.

LONDON WOMEN FW 19-20: CHRISTOPHER KANE



stats