london fashion week

Daks: sfila il nuovo corso sotto la direzione creativa di Luigi Veccia

Un lungo viaggio sulla selvaggia costa atlantica e il fascino dei vecchi telai artigianali dei tweed che realizzano il Donegal transfigured check, tessuto dall’aspetto forte e allo stesso tempo gentile: parte da qui la collezione co-ed di Daks che ha sfilato a Londra, la prima sotto la direzione creativa del designer italiano Luigi Veccia.

Lo stilista sdogana il marchio dalla classicità delle stagioni precedenti, e lo traghetta verso una chiave di lettura più moderna ed ecocompatibile.

Il fit degli abiti è morbido, mai imponente. Colori come i toni dei verdi insetto, dei blu e il mix di beige e grigi trovano una loro dimensione contemporanea, all'insegna di una nuova idea sofisticata di fusione.

Si ritrovano, reinterpretati, grandi must come i trench in versione doppiopetto per uomo e donna, i cappotti oversize con le maniche raglan e le gonne quilt. Tutti capi ripresi dagli archivi, a dimostrare che questo brand dopo 125 anni sia sempre attuale.

Da notare la rilevante presenza della logomania, con la doppia “d interlock” ripresa dagli immensi archivi e tanto cara al marchio: una scelta ben ponderata, che si ritrova nelle camicie da uomo, negli abiti chemisier, negli scialli e nelle borse da donna, per ridisegnare l'idea di weekend in campagna.

La maglieria è morbida e si posa sul corpo come una carezza, grazie alla leggerezza dei filati ecologici, delle lane riciclate e naturalmente declinate nelle tipiche trecce dell’isola Aran. Presenti anche tessuti eco-friendly, ottenuti dal riciclo delle bottiglie di plastica, mentre le eco-fur sono ottenute da filati di lana pregiata.

La sera si ammanta di rigore e morbidezza, pur non rinunciando alla costruzione perfetta degli abiti da dinner cocktail alla Downton Abbey, dove i toni del cremisi e del bordeaux si mixano con i toni del saffron, del cognac e del nero, riprendendo i motivi geometrici di tappeti o tessuti per interni. Il tutto rimanendo saldamente radicati alla solidità del know-how sartoriale dello stile British.

Gli accessori richiamano l'eleganza rilassata delle campagne inglesi. Si va dalle borse per lui e per lei realizzate in lana alle mini clutch in house check per lei, con il motivo quilted su pelle che invece personalizza le borse da uomo.

La nuova idea di eleganza di Daks passa anche dalle estremità. Ed ecco che colori come il vinaccia e il giallo si accendono di lucentezze metalliche nei boot in cuoio inglese, utilizzati anche per la donna con una versione puntellata di mini-borchie. Non mancano ovviamente le sneaker, interpretate come scarpe per lunghe passeggiate nei luoghi affascinanti e decadenti delle campagne di Ashford.

a.c.

LONDON WOMEN FW 20-21: DAKS


stats