Luigi Bianchi marchio unico

Lubiam procede a un rebranding nell’ottica della semplificazione

Tempo di rebranding in casa Lubiam. L’azienda del menswear ha deciso che, dalla PE2022, le collezioni associate ai marchi Luigi Bianchi Mantova Sartoria, Luigi Bianchi Mantova Flirt e Lubiam Cerimonia saranno riunite sotto l’unico brand Luigi Bianchi.

L’operazione di rebranding, come spiegano dalla realtà mantovana, «punta a valorizzare in modo armonico e coerente il vissuto e la proposta del marchio e a facilitarne le dinamiche di comunicazione e di vendita a livello internazionale, mantenendo l’ampiezza e la varietà dell’offerta in termini di collezioni, modelli e tessuti».

Con il renaming è stato anche creato un nuovo logo dalla veste grafica essenziale e ricercata che avrà tre diverse declinazioni (indicate nelle label interne dei capi): Luigi Bianchi Sartoria (nella foto), Luigi Bianchi Flirt e Luigi Bianchi Cerimonia.

«Vogliamo andare in una direzione ben precisa: quella della semplicità, dell'immediatezza e della ricercatezza, per arrivare in modo ancora più diretto al nostro target», precisa Giovanni Bianchi, ceo e direttore dell’Ufficio stile di Lubiam.

«Luigi Bianchi - prosegue - si proporrà come un brand dall’identità forte e riconoscibile, fedele alla propria tradizione ma proiettato al futuro, per un uomo colto, raffinato, esigente, che sa riconoscere e apprezzare la qualità eccellente dei nostri capi sartoriali e che in base alla diversa occasione d'uso, potrà scegliere una delle tre linee proposte».

Le proposte Luigi Bianchi per la prossima estate vengono presentate durante la campagna vendita partita proprio in questi giorni e saranno disponibili nelle boutique tra la fine del 2021 (Luigi Bianchi Flirt e Luigi Bianchi Cerimonia) e l’inizio del 2022 (Luigi Bianchi Sartoria).

Ma ci sono novità anche per quanto riguarda il marchio L.B.M.1911: entro fine luglio debutta il nuovo sito e-commerce, significativo di importanti sviluppi in ottica digital.

e.f.
stats