mecenatismo

Trinità dei Monti torna a splendere grazie a Bulgari

I 144 gradini di travertino della scalinata di Trinità dei Monti, a Roma, tornano a risplendere grazie all'intervento di restauro - durato meno di un anno - sostenuto da Bulgari (marchio dei gioielli della scuderia Lvmh), che ha investito 1,5 milioni di euro.

 

Oggi, 23 settembre, tutti i romani e i turisti potranno ripercorrere la celebre scalinata di Francesco de Sanctis, mentre ieri era in programma l'inaugurazione ufficiale, alla presenza di Jean Cristophe Babin (presidente e ceo di Bulgari), Roma Luca Bergamo (assessore alla cultura della capitale) e la sindaca Virginia Raggi.

 

La prima cittadina ha dichiarato che il Comune si impegnerà a far sì che Trinità dei Monti non diventi «terra di bivacco», ma non c'è l'intenzione di chiuderla la notte.

 

L'evento è stato celebrato con fuochi d'artificio e un concerto dell'orchestra di Santa Cecilia diretta da Antonio Pappano.

 

Il gioielliere di via Condotti non è nuovo a operazioni di questo tipo: in precedenza si è occupato del recupero dei mosaici di Caracalla e dell’illuminazione di Palazzo Braschi. «Sicuramente Bulgari si impegnerà in altre iniziative di grande richiamo - ha detto Babin a La Stampa -. Nel 2017-2018 daremo vita a un progetto spettacolare».

 

Come riporta Il Sole 24 Ore, in gennaio è invece prevista l'apertura di una nuova manifattura Bulgari, a Valenza, dove sorgerà anche un'academia per i giovani orafi.

 

stats