Milano Digital Fashion Week

Donne romantiche, ma forti e decise, per il tributo all’Italia di Alberta Ferretti

La resort di Alberta Ferretti, presentata alla prima Milano Digital Fashion Week, è un viaggio immaginario nelle città più belle d’Italia, attraverso un video emozionale in cui i capi della collezione prendono vita in una dimensione virtuale. Un itinerario in cui prende corpo un’idea di donna femminile e romantica, ma forte e decisa al tempo stesso.

 

«Come sempre con la mia donna cerco di raccontare la contemporaneità e, oggi più che mai, credo che noi tutte abbiamo bisogno di ricominciare a sognare - è il commento di Alberta Ferretti -. Forse ci saranno meno occasioni per indossare un abito da sera, ma rimane la voglia di sentirsi speciali e di distinguersi, anche nella vita di tutti i giorni». 

 

«Per questo - conclude - ho lavorato molto sul daywear, con l’intento di pensare al futuro e di rileggerlo attraverso i miei codici: eleganza e femminilità, con un tocco di romanticismo».

 

Un percorso iniziato già da qualche stagione, che si traduce nella proposta di linee rigorose per giacche tuxedo dai colori vivaci, abiti chemisier indossati da soli o come scamiciati, tuniche realizzate con macramè o tubini in tessuto con frange e raffia.

 

Il daywear sofisticato di Alberta Ferretti si traduce in una femminilità decisa, che vede protagoniste le stampe, declinate in fiori romantici, righe, quadri e tie-dye, in un gioco di sovrapposizioni che crea un effetto patchwork.

 

Un mondo di fantasie che vive del dualismo cromatico tra i toni degli azzurri e del blu, contrapposti alle sfumature del rosa e del ciliegio, con qualche incursione nel sabbia e nell’arancio.

 

All’insegna della praticità e della responsabilità il denim, nella versione colorata o nel classico blu, proposto in volumi morbidi e tagli a raggio, rivisitato con nuove tecniche di tintura e di lavaggio ecosostenibili effetto used, oppure con una lavorazione laser che ricrea la stampa a fiori degli abiti.

 

Il coup de cœur è dato dagli abiti da sera, che esprimono la maestria dell’atelier, dallo chiffon drappeggiato con inserti di pizzo alternato al raso nei colori del rosa e del beige. 

a.c.
stats