milano fashion week

Dolce&Gabbana: un racconto d’amore per le donne

In una società, come quella attuale, in cui l’apparenza e l’aspetto esteriore contano più di tutto il resto, la bellezza è alla base di qualsiasi relazione, nel lavoro, nei rapporti sociali e nella scelta del partner. L’immagine è importante, più di quanto si possa pensare. E infatti ci pensa, in maniera ironica,   Dolce&Gabbana , con una moda dedicata alle regine di cuori, che poi sono tutte le donne.

 

Un viaggio nella storia della moda della maison attraverso gli abiti-icona, diventati espressioni di un racconto d’amore e di generosità artigianale.

 

La sfilata si apre tra le carte rotanti di un mazzo, con l’abito guêpière, l’abito di pizzo, l’abito di chiffon trasparente che lascia a vista la culotte e il reggiseno, il bustier sulla gonna stretta, il tailleur e l’abito di pizzo.

 

E si continua con elementi, che appartengono a una collezione sontuosa e vanno portati assieme senza timore: macramé, pizzi di organza, broccato e broccato intagliato, seta laccata, chiffon, organza.

 

Da notare le stampe: frutta e ortaggi, ciliegie, cannoli siciliani e piselli, carte da gioco, scatole di caramelle, biscotti e taralli, e tradizionali decorazioni delle ceramiche e maioliche siciliane, fiori stampati, dipinti a mano o applicati per ottenere un effetto totalmente 3D.

 

La donna di Dolce&Gabbana per la primavera/estate 2018 porta borse a mano, a tracolla in vari pellami e materiali e delle divertenti shopping da cui spuntano sedano, carote e biete, perché si può essere chic anche andando a fare la spesa.

 

Ai piedi, scarpe con il tacco. Oppure slingback con tacchi di diverse misure. In alternativa, sandali piatti con pietre. Colori ammessi: nero, rosso, fucsia, verdone, oro.

 

stats