milano fashion week

Missoni: la fantasia al potere scopre una nuova leggerezza

La contemporaneità dei tagli, degli accostamenti e delle sovrapposizioni sintonizza il dna di una casa di moda dalla storia importante come Missoni sui tempi attuali. La sfilata di oggi, 23 settembre, ha celebrato i 20 anni di direzione creativa di Angela Missoni, all’insegna di un insieme festoso e raffinato di colori e generi.

 

C’è la leggerezza degli abiti fluidi, resi luminosi dal lurex, per la donna più raffinata, che sceglie tinte pastello come il rosa e l’azzurro polvere, e c’è l’esplosione cromatica dei motivi iconici della griffe: righe, zigzag, bande, jacquard.

 

Tutto è curato nei minimi dettagli: un grande lavoro per dare un’idea di freschezza e spontaneità, sul filo conduttore di un saper fare che Angela ha assorbito dai genitori e portato avanti con passione e determinazione, insieme al resto della famiglia.

 

Non esiste la ripetitività, tra pizzi raschel che si alternano alle applicazioni Swarovski, ricami che movimentano le superfici, lavorazioni a telaio che rendono ancora più preziosi gli intarsi.

 

Alla femminilità morbida degli abiti in chiffon di maglia, scivolati sul corpo, fa da contraltare la consistenza delle trame mélange e dei pull in cotone, magari da indossare con un paio di short in garza di lino. Il cardigan over convive con il minuscolo top bra, complemento ideale per la gonna svasata, asimmetrica.   

 

Sotto le ariose e cangianti tende a patchwork multicolor, ideate dall’artista Rachel Hayes utilizzando stratificazioni di tessuti e vinili, anche gli accessori sono protagonisti: gli ampi cappelli di paglia, le slingback shoe di pitone, le ciabattine con tomaia a fascia di perline e gli orecchini importanti, a bottone, di smalto resina e metallo.

 

Sfila anche l’uomo che, in sintonia con la donna, incarna uno spirito libero di spaziare tra la linearità e la fantasia a briglia sciolta.

 

L’anno prossimo sarà di nuovo all’insegna delle celebrazioni per il marchio: dopo i 20 anni di Angela al timone creativo (festeggiati anche con un party da 900 persone nella stessa sede del fashion show, in via Orobia), sarà la volta dei 65 anni della casa di moda, che forse diventeranno oggetto di una retrospettiva.

 

 

stats