MILANO FASHION WEEK

Emporio Armani: una collezione senza confini

Nella storia della moda, quando si parla della figura di Giorgio Armani la si contestualizza in tre codici: androginia, etnia e luce.

In misura maggiore o minore, nello show di Emporio Armani per la collezione SS 2023 sono confluiti tutti questi elementi: l’androginia fluida maschile tradotta nelle spalle morbide, su cui Re Giorgio ha costruito il suo successo, e le influenze di etnie lontane da Africa, Cina, Giappone, Persia, Arabia, Siria e Polinesia, che si concretizzano i manufatti sartoriali, illuminati di luce propria.

Durante lo show questo approccio transculturale era ribadito dall’arco calligrafico, proiettato come landscape sul retro della pedana, e da un tremolio simile alle onde del mare sul pavimento.

A volte in gruppo e a volte singolarmente, le modelle hanno presentato una collezione composta di pezzi che sembravano fusi con attenzione a creare un lungo viaggio, per le strade del mondo.

La precisione morbida delle giacche si allinea con i capispalla, caban e spolverini pensati per essere portati in viaggio per poi essere mescolati con blazer e gonne a pareo, mentre le camicie si allungano come djellaba, per simulare tuniche o trasformarsi in soprabiti.

Tutto fluttua, come appunto le onde del mare, e tutto si muove leggero intorno al corpo, disegnando silhouette verticali ma soffici e impalpabili, che mettono in risalto gli accessori come nel caso delle babbucce piatte che nascondono il piede, ma lo rendono libero per l’incedere del passo.

Il movimento graduale dei colori determina una gamma cromatica dove i neutri, i bianchi e i neri metropolitani virano su toni pastosi, come la malva e il verde, per poi accendersi di scintillanti luccichii notturni distribuiti su abiti lunghi e tute impalpabili, per essere indossati la sera e ammantare il corpo.

Il colore nero ricorre spesso nella collezione per alludere a quel racconto a mano libera, segno primario dell’estetica di Emporio Armani.

a.c.

MILANO WOMEN SS 2023: EMPORIO ARMANI


 

stats