MILANO FASHION WEEK

Il romanticismo futuristico di Genny

Una femminilità imperiosa, mai sopra le righe, ma che non accetta limiti di espressione. Sara Cavazza, direttrice creativa di Genny, gioca le sue carte con equilibrio, modulando forme scultoree e silhouette aree, nuance pacate e toni accesi, color block e fantasie.  

La collezione attinge da diverse ispirazioni, viaggiando nel tempo e nello spazio: la Costa Azzurra con le sue estati assolate e il rigore zen dell'Oriente, il glam Seventies e una vibrazione tecno-futuristica.

Midi dress in denim in blu e rosso dalle linee strutturate e dalle impunture a vista si alternano a jumpsuit e abiti-kimono dalle stampe lussureggianti, lasciando il posto a volumi sempre più fluidi e dalle texture lucide e brillanti, con scolli profondi, tagli cut-out, motivi a onda e profilature in nero che solcano le silhouette e regalano movimento.

Accanto a denim, sete stampate e jersey fluido irrompe l'energia high-tech del Pvc, che si trasforma in maniche di eleganti vestiti a sirena, oppure diventa una cintura obi, per sottolineare con forza il punto vita.

a.t.
stats