milano fashion week

Prada: la trasmutazione tra poli opposti

La collezione Prada Donna FW 2021 di Miuccia Prada e Raf Simons esplora lo spazio esistente fra poli convenzionalmente opposti, ossia tra eleganza e praticità, limitazione e liberazione, fino alla semplicità che è l'altra faccia della complessità.

Una trasmutazione di temi e intenti disparati, che rispecchiano la natura umana e si fondono nella convinzione che ogni uomo e donna conviva sia con il maschile che con il femminile, per traghettarsi in una nuova era dove cambiamento e trasformazione sono i pilastri per aprirsi a nuove possibilità di ricerca e di vita.

Questa convinzione si riflette nella libertà del corpo e nella sua energia, attraverso aderenti long john in maglia jacquard classica, che rappresentano o sostituiscono la pelle nuda.

All’enfasi del corpo si contrappone il classicismo universale dei tailleur e vestiti sartoriali, che lasciano intravedere la silhouette, morbida e comoda, senza vincoli, in una sorta della trasposizione ornamentale che diventa funzionale.

MILANO WOMEN FW 21-22: PRADA


Un linguaggio essenziale, che si trasforma o viene riprogettato come negli abiti da sera che si reinventano come pratiche tute, mentre i cappotti sartoriali si coprono di colori vivaci o di paillette, cambiando il proprio fine originario nel suo esatto opposto.

La libertà fisica viene realizzata nell’architettura rettilinea del Wrap, che muta e diventa il punto di partenza per inedite forme di capispalla, simbolica simbiosi fra protezione e grazia.

Il logo, nella sua emblematica forma triangolare, rappresenta l'elemento che lega indissolubilmente l’intero percorso, ricorrendo negli orecchini Symbole e nelle micro pocket applicate su accessori e mantelle.

L’espressione tangibile che tutto possa essere ricontestualizzato è evidente nei tessuti e nelle decorazioni, strutturali e minimali.

Lo stesso mood si rispecchia nelle molteplici texture dell’allestimento scenico, che sono riutilizzate e riciclate per trovare nuova vita in installazioni speciali per prodotti e pop-up in tutto il mondo. Saranno successivamente donate a Meta, progetto di economia circolare con sede a Milano, che propone soluzioni sostenibili per lo smaltimento dei rifiuti prodotti da eventi temporanei.

a.c.

stats