Milano fashion week

Salvatore Ferragamo: life in technicolor

La moda non dovrebbe mai smettere di tenere sotto controllo l’artigianalità tecnica, valorizzandola come nel caso di Salvatore Ferragamo attraverso il mezzo cinematografico, per aggiungere un altro tassello a un mondo fatto di ispirazioni, tendenze, linee e forme che diventano narrazione di un prodotto.

Paul Andrewdirettore creativo di Salvatore Ferragamo, sembra avere in mente questa prospettiva nella collezione primavera-estate 2021, e infatti ha dato vita a un fashion film firmato dal regista Luca Guadagnino, dove la lettura dei codici stilistici della maison è riportata a una contemporaneità esemplare. 

MILANO WOMEN SS 2021: SALVATORE FERRAGAMO



Interamente girato a Milano, il film è un omaggio alla città ma anche ai capolavori di Alfred Hitchcock, i cui classici Gli uccelliMarnie e La donna che visse due volte hanno ispirato Paul Andrew nel processo creativo della collezione

Come set Luca Guadagnino ha scelto una Milano insolita, dando vita a scene colme di suspense, intrighi e bellezza. La storia, caratterizzata da un finale aperto, è ricca di suggestioni e di riferimenti. Lo spettatore è così accompagnato verso un climax che viene sciolto solo durante la sfilata.

La collezione è composta dal punto vista cromatico come un technicolor, una tecnica che esalta la vividezza e la forza espressiva delle immagini, come nei classici di Hitchcock: dalle nuance sontuose dell'Hedren Green, Vertigo Mauve, Technicolor Yellow, Lobster Mousse e Bodega Bay Sky si contrappongono alle colorazioni Gull Grey, Sparrow e Hitchcock Tan.

La saturazione del colore, magnifica e iperreale, caratterizza abiti dall’evidente attualità corporea, attraverso il tailoring femminile con nuove proporzioni e la leggerezza flessibile di linee e i volumi maschili, per offrire massima libertà di movimento.

Ai piedi i modelli chiave della maison: le slingback a punta squadrata e due versioni rivisitate dell’iconica zeppa a F. Per l’uomo spicca la nuova driving shoe con fibbia Gancini. La linea delle borse si arricchisce di nuove declinazioni della Studio bag, di una Trifolio top handle e di un modello ineditoil cui design si ispira a una borsa del film Marnie.

 

a.c.
stats