milano moda donna

Fendi manda in pedana la modernità dei nuovi classici

Una passerella di legno intarsiato con il logo della maison e le note di Ennio Morricone: da Fendi atmosfere legate a un'italianità oltre le mode, ­tradotte in outfit che intrigano con un'allure borghese.

 

Le silhouette sono morbide ma sostenute nei punti giusti e allungate, come nel coat doppiopetto in Principe di Galles - uno dei tessuti protagonisti dello show, insieme al tweed -, con i polsini bordati in visone testa di moro: una pelliccia ripresentata in diverse versioni durante il défilé, che grazie a Fendi si scopre contemporanea.

 

Lunghe sotto il ginocchio le gonne, spesso in seta fluttuante color blu pavone - in contrasto con la palette prevalentemente autunnale della collezione - e a vita alta i pantaloni, non aderenti e fermati alla caviglia da un laccetto.

 

Tornano, oltre al visone, le tinte cammello, le maniche blusanti, le fantasie geometriche o a intarsio. Classe ed equilibrio sono le parole d'ordine della stagione.

 

Gli accessori, come sempre una collezione nella collezione, eleggono tra i must dell'autunno 2017/2018 gli stivali rossi e fascianti e l'inedito modello di borsa Run Away a due scomparti, insieme a grandi classici come le baguette e le Peekaboo

 

stats