milano moda donna

Giorgio Armani: vestirsi diventa un gesto poetico

Ritornare indietro nel tempo per riscoprire la classe di un tempo. Capi che hanno segnato la storia di Giorgio Armani oggi vengono riproposti in un mood insolito. Lunghezze esagerate per i cappotti e abiti ma anche silhouette liquide e individuali, come armonie di frammenti, di forme e grafismi.

 

La tavolozza cromatica della griffe, che sfila in passerella abiti dai colori vibranti, prediligendo le sfumature delle note rosso rubino, si illumina di flash improvvisi di colori verde smeraldo e viola ametista che interrompono, il monocromatismo nero sovrastante.

 

Non c'è inverno senza grigio. Colore dai forti connotati simbolici è la colonna portante di una collezione che ama giocare con le trame e le geometrie disinvolte.

 

Pellami sofisticati, aspetto easy e linee rilassate per le bag di Armani. Una combinazione ed un equilibrio perfetto per la donna tradizionale, che conosce il valore dell'artigianalità più ricercata e il costante bisogno di rinnovarsi.

 

Ancora una volta conquisteranno il pubblico femminile della griffe. Classici e intramontabili stivaletti alla caviglia. Lineari nelle forme e strong oppure scarpe basse  nelle fantasie, monocolore e dal print vivace.

 

Essenziali e ricercati, questi capi vengono sottratti alla mutevolezza del tempo e diventano l’espressione di un nuovo concetto di classico, che si può trovare in tutte le boutique Giorgio Armani del mondo.

 

stats