milano moda donna

I sogni incrociati di N°21

«Sono partito dalle immagini di Anna Magnani nel suo periodo hollywoodiano, quando nel 1955 ha lavorato ne La Rosa Tatuata, il film di Daniel Mann tratto da un soggetto di Tennesse Williams»: così lo stilista Alessandro Dell'Acqua a margine della sfilata N°21 di ieri, 22 febbraio.

 

«Ho voluto descrivere quel momento in cui, lei così femminile e così italiana, incontra un altro tipo di femminilità - ha proseguito - quella che si stava formando nei campus universitari e che sapeva mischiare maschile e femminile in un incrocio di estetiche».

 

In passerella hanno sfilato abiti che, se da un lato sono espressione dei virtuosismi stilistici del designer, dall’altro rendono omaggio al meglio del made in Italy.

 

Il sandalo in raso dai colori autunnali, in versione invernale, si calza con una morbida knee sock dal piglio maschile. Un dettaglio capriccioso, in netto contrasto con una collezione assolutamente pensata per esaltare il concetto di femminilità.

 

Una raffinata ricerca materica sta alla base del progetto di Dell’Acqua che, per plasmare abiti in grado di enfatizzare la silhouette segnando il punto vita - per poi allargarsi in "very feminine shape" - pretende tessuti in crêpe de Chine declinati in color rosso e nudo, arricchiti da applicazioni e incrostazioni di cristalli.

 

I cristalli tornano nei cappotti in tessuti maschili, impunturati da piccoli bottoni di madreperla che costruiscono il ricamo, o con bordi di pelliccia ecologica.

 

I maglioni over con anorak di montone (o mini, con l’attitudine del twin-set) si abbinano a gonne con tessuti maschili o con stampe con le immagini delle spiagge californiane esaltando, attraverso solo apparentemente casuale, il concetto di femminilità addolcita che diventa ancor più preziosa grazie al movimento.

 

Minimal sia in senso dimensionale che stilistico, le bag giocano con cromatismi accesi, declinati su pellami preziosi. Rigorosamente a soffietto, rappresentano il perfetto compendio di uno stile che rispetta i canoni della tradizione aggiungendo un esclusivo tocco in più.

 

L'omaggio alla bellezza e alla determinazione, la costanza, la forza di carattere di una nuova tipologia femminile cosciente approda anche sugli occhiali che s’inchinano al mood e alla ricercatezza assoluta in ogni minimo dettaglio.

 

stats