milano moda donna

La moda di Shenzhen alla ribalta della fashion week milanese

Per molti Shenzhen è solo un nome sulla mappa della parte Sud della Cina, di fronte a Hong Kong. Ma questa metropoli, al terzo posto tra le più sviluppate economicamente del Paese, ha una fortissima vocazione moda. Un'occasione per conoscerla a fondo è, il 26 settembre a Palazzo Senato (via Senato 10), l'evento Fashion Shenzhen.

 

Un appuntamento che fa parte di un progetto di più ampio respiro a cura della Shenzhen Garment Industry Association. Dopo le trasferte a Londra e New York, i designer cinesi provenienti da questa città approdano in Italia, durante la manifestazione più importante per il ready-to-wear.

 

In scena nel capoluogo lombardo tre nomi di spicco (Ellassay, La Pargay e Xiehaip) e 18 giovani creativi, in una giornata che prevede anche una conferenza stampa, con l'intervento del sindaco di Shenzhen, della presidente della Shenzhen Garment Industry Association, di rappresentanti diplomatici e di portavoce delle istituzioni italiane.

 

Shenzhen ospita un migliaio di fashion brand, 3.500 aziende di abbigliamento e accessori e 300mila lavoratori nel settore. Nel 2014 il comparto moda ha raggiunto un volume di vendite pari a 2mila miliardi di renminbi, di cui il 40% con le esportazioni.

 

Tra le società - oltre a quelle citate - che hanno sede in quella che l'Unesco ha riconosciuto "capitale del design" sono da segnalare Marisfrolg (cui fa capo il marchio Krizia), Yiner, Dissona, Koriador e Mikibana.

 

Sempre a Shenzhen ha luogo uno dei più significativi saloni moda di tutta la Repubblica Popolare, la Shenzhen International Brand Clothing and Accessories Fair: un mega-hub da un migliaio di label internazionali (nella foto, modelli di La Pargay).

 

 

stats