milano moda donna

L'iconografia di Trussardi in salsa urban

Trussardi riattualizza gli archetipi dell'immaginario classico in chiave urbana. In passerella i capi dal grande savoir faire artigianale che hanno fatto la storia della maison del Levriero acquistano velocità e appeal contemporaneo, in un continuo ping pong tra ieri e oggi.

 

Si parte dalla pelle e dai suoi trattamenti, patrimonio e quid distintivo del brand: il completo sartoriale è in cuoio trattato, il giubbotto guanto in crosta testa di moro ha bordi in maglia a coste multicolor, il cappotto è oversize a vestaglia, con decori che riecheggiano il tema clou di tutta la collezione: le figure femminili dei tarocchi. Anche la sottoveste è in camoscio patchwork monocolore, con tagli impunturati da punti speciali a contrasto.

 

Il côté in tessuto è caldo, avvolgente, dal sapore vintage, per un'estetica timeless: il suit con giacca elegante ha pantaloni a trombetta e si alterna al cardigan over usato come cappotto, mentre bomber e capispalla destrutturati  scelgono il velluto e tinte vivaci.

 

Le stampe d'archivio con gioielli o cavallerizzi come tema diventano pattern astratti per la tranche più leggera della collezione, per long dress in georgette da indossare con nonchalance sotto le mischie più pesanti.

 

stats