milano moda donna

L'omaggio a Venezia di Alberta Ferretti. E Halima Aden va in pedana con l'hijab

Una dichiarazione d'amore per l'Italia e le sue bellezze. Poetica e carica di orgoglio. Alberta Ferretti firma una collezione dedicata a una delle città che il mondo ci invidia, Venezia, con abiti che sembrano cartoline prêt-à-porter. E abbatte le barriere culturali portando in passerella Halima Aden, che sfila con l'hijab.

 

La prima uscita, interpretata dalla supertop Gigi Hadid (nella foto con Halima), dà la nota a tutta la sinfonia dello show, con un abito e una cappa ton sur ton, stampati con le immagini rarefatte del paesaggio lagunare.

 

«Sono partita da una riflessione su quello che sta accadendo nel mondo e mi sono resa conto di come, in realtà, non ricordiamo mai abbastanza di quanto sia bello il nostro Paese, come non siamo mai abbastanza fieri di essere italiani - ha commentato la stilista -. Ho voluto valorizzare le bellezze dell'Italia attraverso le immagini di Venezia, con la sua straordinaria bellezza decorativa e le sue atmosfere cariche di mistero, costruendo un'immagine femminile dall'aspetto romantico e dalla personalità innovatrice, come lo erano le donne ritratte da Giovanni Boldini».

 

Le calli, il Canal Grande, Piazza San Marco, le gondole, i leoni della Repubblica marinara e tutto l'immaginario di questa città simbolo del made in Italy diventano trama e ordito di una collezione lieve e sognante, modulata su abiti in chiffon con pizzi intarsiati, cappotti di astrakan a righe con ricami dorati, pigiami di velluto stampato sovrapposti da maglie dipinte a  mano.

 

L'eveningwear è sontuoso e fiabesco: gli abiti lunghi see-through accarrezzano il corpo, si gonfiano grazie a volute di pizzi e tulle, duettano con incrostazioni d'oro e ricami di leoni tridimensionali, si trasformano in silhouette a sirena ricoperte totalmente di piume.

 

In passerella un cast stellare: dalle sorelle Gigi e Bella Hadid a Sara Sampaio, da Stella Maxwell a Isabeli Fontana, fino a Halima Aden, la modella somalo-americana che ha calcato per la prima volta una passerella in Europa indossando l'hijab.

 

Nata in un campo profughi del Kenya, la 19enne Halima, da osservante musulmana qual è, porta regolarmente il velo islamico, anche sotto i riflettori della moda, e a New York è stata scelta da Kanye West per sfilare con la sua linea Yeezy.  

 

«Voglio trasmettere un messaggio positivo che ha come tema la bellezza e la diversità - ha spiegato -. E mostrare alle giovani donne musulmane che c'è spazio anche per loro».

 

stats