Milano Moda Donna

Castelbajac: «Benetton non è mai stato così giovane: piace il nostro stile basic-fashion»

Sei mesi fa, più che una sfilata si era trattato di una vera installazione con i telai e le macchine da cucire azionati dagli artigiani del marchio. Per la sua seconda prova alla guida di United Colors of Benetton, Jean-Charles de Castelbajac ha puntato su uno show a bordo piscina: «Il marchio non è mai stato cosi giovane».

Si chiama Color Wave, l’onda del colore, la seconda sfilata dello storico marchio di Treviso, totalmente ispirata al mondo del mare. Non a caso la location dell'evento, che ha inaugurato Milano Moda Donna, è stata la storica Piscina Cozzi, gioiello di architettura anni ’30 e palcoscenico ideale per il messaggio della collezione primavera-estate 2020 del brand.

«Dopo la performance della scorsa stagione volevo tentare un altro esperimento - spiega Jean-Charles de Castelbajac, direttore artistico delle collezioni uomo e donna di United Colors of Benetton -. E da Benetton non mi dicono mai di no. Scavando negli archivi ho notato che ricorreva questo forte legame con l'acqua, con i marinai, con l'esperienza del viaggio e così ho voluto sperimentare».

«È innegabile - prosegue Castelbajac - che negli ultimi anni United Colors of Benetton avesse perso la clientela giovane, ma già dalla scorsa stagione abbiamo registrato un un'inversione di tendenza, che ora sarà ancora più evidente».

Un ringiovanimento ribadito anche dalla sfilata di ieri, che ha visto sfilare 51 look (la maggior parte donna), che mettono al centro un guardaroba di pezzi cult. La marinière ben fatta, il caban in tela cerata, il pullover perfetto, il look da ufficio dinamico e chic, lo spezzato maschile, sfoderato e easy bon ton.

Il tutto con un occhio attento anche ai temi del recycling e della sostenibilità, fondamentali per l'azienda. «Ho sviluppato una ricerca sulla carta che poi diventa materia per vestirsi, partendo dall'idea di una paper bag», spiega lo stilista, parlando di un trench di carta ottenuto con fibre riciclate, tra i capi più speciali della sfilata.

«Sei mesi fa - prosegue - avevamo puntato su pezzi quasi sartoriali, con cappotti a 1.200 euro, che comunque si sono venduti. Con questa sfilata abbiamo puntato su capi basici, ma comunque fashion come i pull a righe colorate di alta qualità, che avranno un prezzo retail intorno ai 50 euro».

«Sono capi senza età e senza genere», chiosa Castelbajac, dichiarandosi entusiasta dei risultati ottenuti in un anno di lavoro. «Il mio compito -prosegue - era risvegliare la Bella Addormentata, che ora è sveglissima: i giovani sono tornati a frequentare i nostri store, la collezione uomo sta crescendo e verrà sviluppata, così come quella del bambino, di cui ho appena iniziato a occuparmi e che lanceremo presto con un evento dedicato a Pitti Bimbo».

«Commercialmente - conclude lo stilista francese - sembra funzionare tutto: dai calzini che sono tra i nostri best seller, alle T-Shirt con Snoopy, fino al denim».

an.bi.

MILANO WOMEN SS 2020: UNITED COLORS OF BENETTON



 

an.bi.
stats