MILANO MODA DONNA

Dolce&Gabbana: le infinite declinazioni del fatto a mano

Dolce&Gabbana aggiunge una nuova puntata alla celebrazione dell'artigianalità, di ciò che dà un vero contenuto al glamour da passerella.

Accompagnata dall'hashtag #dgfattoamano, la sfilata dedicata alla FW 20/21 si riallaccia a quella dello scorso gennaio, durante la fashion week maschile, riprendendone la scenografia dedicata ai mestieri preziosi che stanno scomparendo e che vanno difesi, oltre che tramandati alle nuove generazioni: la ricamatrice, la cravattaia, la sarta, il calzolaio, la magliaia, la tessitrice.

Quello che Domenico Dolce e Stefano Gabbana vogliono dire è che il fatto a mano non rappresenta semplicemente un valore, ma fa tendenza nella sua inimitabilità.

La sfilata, sulle note delle più belle canzoni di Amy Winehouse, concede ampio spazio alle tante varianti del nero, colore immancabile per i due stilisti, con gli ampi cardigan abbinati a sensuali abiti sottoveste o illuminati da maxi paillette dorate, l'alternanza di pesi tra il dolcevita consistente e la gonna di tulle, gli short a vita alta con reggiseno avvolti dall'impalpabile velo di un abito arricchito da fili luccicanti di jais.

Torna in auge la camicia bianca, a volte accompagnata da una lunga cravatta nera e altre cosparsa di rose rosse, in un gioco tra maschile e femminile che sfocia nei completi con giacche di proporzioni abbondanti - dove le rose si ripresentano a ingentilire i revers - e pantaloni alla Charlot.

Onnipresente la maglieria, che del lavoro delle mani è il simbolo. Ce n'è per tutti i gusti, da quella leggera stile uncinetto a quella da grande freddo, mai minimalista e sempre creativa, particolare, ricca di intrecci e lavorazioni, ultraprotettiva.

Tra gli accessori, immancabili la coppola, le calze in diverse varianti (sottili calzini, calzerotti di lana, autoreggenti), e le borse piccole, geometriche, da portare a tracolla, cui si alternano le grandi shopper di taglio squadrato, comprese quelle in un'inedita versione interamente "vestita" di maglia.

Ai piedi non solo tacchi ma anche comodi stivali bassi, stringati, in cui magari infilare un paio di pantaloni bianchi in velluto a coste, per unire glamour e comodità.

a.b.

MILANO WOMEN FW 20-21: DOLCE & GABBANA



a.b.
stats