milano moda donna

Drome: l’eclettico magnetismo del daywear

La collezione Drome di Marianna Rosati si ispira all’estetica eclettica dell’interior design di fine anni ’70 e inizio anni ’80: un’atmosfera eccentrica e saturata, che viene smorzata e reinterpretata, quasi come se fosse stampata su pellicola.

È una collezione giocata tra contrasti cromatici e superfici fatte di interferenze. Completi sartoriali di taglio maschile con spalle pronunciate si alternano a vestiti sensuali dal profondo scollo a V o agli audaci minidress.

Le forme essenziali e le superfici compatte dei capi hanno dosaggi cromatici potenti nelle nuance dei marroni terra, degli arancioni e dei bianchi, che evocano vibrazioni glamour.

Le micro trasparenze, dettate da laserazioni e fili sottili, collegano i vari elementi. La pelle traforata viene lavorata come tessuto e affiancata alla seta fluida per sottolineare la sua leggerezza, mentre un drappeggio delicato rivisita i capi essenziali del guardaroba femminile, fasciando il corpo con la maglieria e i mini top.

Le contaminazioni emergono con forza anche nelle borse. Da un lato i volumi dei modelli optical intrecciati, con tracolle a maxi anelli, dall’altro le mini shopping bag di rete, con dettagli sinuosi.

Anche le calzature esprimono un gusto raffinato e ricercato nei dettagli, mettendo in risalto un approccio metropolitano e trasversale ai vari momenti della giornata. Ai piedi eleganti sabot, da alternare a décolleté con punta quadrata e tacco sottile.

a.c.

MILANO WOMEN SS 2020: DROME



 

stats