MILANO MODA DONNA

Ports 1961: con Karl Templer il classico diventa attuale

Una collezione, quella di Ports 1961, che esplora gli stili femminili, ispirata dalle osservazioni del nuovo direttore artistico Karl Templer, che si è già fatto notare grazie alle numerose collaborazioni per redazionali, campagne pubblicitarie e sfilate di Vogue, Valentino, Calvin Klein e Marc Jacobs.

Lo show è dedicato dal magnate Alfred KT Chan e dalla moglie, Fiona Cibani al loro team e a tutti gli amici in Asia, che oggi non hanno potuto unirsi a loro.

Templer punta su una reinterpretazione del classico in chiave attuale, con continui rimandi a stilemi borghesi nella costruzione dei capi, plasmati a misura di un guardaroba femminile forte, ma anche delicato.

Si susseguono capispalla dai volumi audaci e abiti fluidi, camicie e gonne decostruite dall’aspetto protettivo, in una tavolozza di colori estremamente classica, a delineare un guardaroba che alterna sovrapposizioni di nero, blu, bianco e rosso a stampe floreali e ad elementi decorativi applicati in libertà.

Linee classiche anche negli accessori, che frugano tra i ricordi ma senza nostalgia, come accade negli stivali trompe l’oeil a punta quadrata, nei gioielli “objet trouvé” e nelle borse a doppia faccia.

L’intento è dare al marchio un twist elegante, per una donna indipendente e con personalità, anche nella vita quotidiana.  

a.c.

MILANO WOMEN FW 20-21: PORTS 1961


 

stats