milano moda uomo

Con Sartori Ermenegildo Zegna ha uno stile nuovo, a partire dal digitale

«Daremo vita a un progetto speciale che va oltre la sfilata di moda, introducendo un taglio digitale d'impatto che rompe i codici tradizionali»: in vista dell'appuntamento di stasera (13 gennaio), con la prima collezione disegnata da Alessandro Sartori, Ermenegildo Zegna lancia un messaggio di innovazione ma senza dimenticare le radici, nel nome di una "crafted modernity".

 

Anticipando i contenuti di quanto si vedrà stasera in pedana, la casa di moda parla di «qualcosa che non è una semplice presentazione delle proposte invernali, ma un nuovo mindset».

 

Il tutto nell'ottica di «un legame più stretto con il cliente. Non soltanto per gli ospiti presenti alla sfilata, ma anche per il pubblico di tutto il mondo: un "Made to Measure Fashion Show"».

 

Un programma digitale ad ampio raggio, che proseguirà nei prossimi giorni, darà un'eco speciale all'appuntamento, attraverso un sito web articolato in cinque homepage che evidenziano una gamma di storie incentrate sul défilé, compreso il "making of", con indicazioni su dove ordinare la selezione dei look da sfilata su misura.

 

Importante la parte video, con approfondimenti sull'origine del progetto e l'offerta made to measure, mentre il post-passerella sarà affrontato in modo «creativo». Chiaramente questa "rivoluzione" comporterà una copertura a tappeto sui social media.

 

Intanto iniziano a emergere le prime anticipazioni sui capi sotto i riflettori, frutto di una contaminazione tra una «intensa artigianalità e una risoluta contemporaneità», in modo da coniugare l'arte del tailoring d'eccellenza con le esigenze di un consumatore cosmopolita, che vive a ritmi veloci.

 

Un'impostazione che verrà ribadita dagli accessori tra cui la Tiziano Sneaker, di cui non trapela nulla per il momento ma che sicuramente sarà una sintesi di funzionalità e alta qualità.

 

stats