milano moda uomo

Il workwear delle origini di Prada

Miuccia Prada sfila nel magazzino immaginario di via Ortles, svelando il côté più industriale di Prada, con 45 uscite tra uomo e donna dall'anima utility. Circondati da scatoloni e casse da imballaggio, i modelli indossano capi essenziali e dalle forme squadrate, prediligendo l'iconico Black Nylon degli inizi.

 

Nel Warehouse della griffe, a due passi dalla celebre Fondazione, cappotti over, anorak corti e al ginocchio, bermuda o pantaloni lunghi, abbinati a berretti da pioggia, hanno dettato le coordinate di un guardaroba minimalista, dove unico ornamento sono i badge di identificazione, portati sul petto o a mo' di collana.

 

«No street style e no sciamannate» dice la stilista, che interrompe i toni noir con un'esplosione di stampe tropicali e dalle tinte vivaci, rosso, verde, viola, alternate al cammello e al tartan, restando fedele a quella moda "utilitaria" deluxe, che è da sempre nel core della griffe.

 

Intanto Miuccia svela che su quel famoso nylon nero si stanno facendo degli studi, affinché diventi totalmente riciclabile: «Ci stiamo arrivando - dice -. Questione di poco».

 

stats