milano moda uomo

Nel "Fendi Terminal" sfilano i nuovi globetrotter

Un pannello stile quelli di arrivi e partenze di aeroporti e stazioni, dove al posto delle destinazioni ci sono parole come "Faithful" e "Fabulous" e, accanto alla passerella, un nastro trasportatore, sul quale scorrono valigie, borse, pacchi grandi e piccoli - a richiamare la realtà omnichannel, con cui anche le griffe hanno a che fare - e persino un porte-enfant in pelliccia con il logo della doppia F, onnipresente nelle creazioni in pedana.

 

In questa cornice Fendi ha presentato le novità destinate a un instancabile ed esigente viaggiatore. Special guest i Maneskin e Liam Payne.

 

La collezione autunno-inverno 2018/2019 della griffe romana nell'orbita di Lvmh, pronta ad accogliere un nuovo ceo dopo Pietro Beccari, si concentra sui globetrotter contemporanei: giovani sempre di corsa tra incroci di partenze e arrivi, che per avere le mani libere, in modo da portare trolley, carrelli portabagagli, valigie e altri pesi, non si servono nemmeno dell'ombrello ma ne indossano uno minuscolo a mo' di copricapo, come quelli dei turisti.

 

Il loro guardaroba - applaudito tra gli altri da Liam Payne, ex One Direction, e dai Maneskin, in total look Fendi - fa confluire la praticità nel lusso e viceversa, puntando su giacconi imbottiti, caban attraversati da righe trasversali o con dettagli a quadri - entrambi motivi ricorrenti -, ampi pantaloni a vita alta, spolverini, tute e sugli immancabili marsupi, più grandi del normale e da portare non più allacciati in vita ma a tracolla, come si è visto anche in altre sfilate di questi giorni.

 

L'iconica doppia F spopola, accennata nelle disegnature di impronta futuristica dell'outfit con giaccone bordato in pelliccia e jumpsuit o esibita praticamente dalla testa ai piedi, o ancora utilizzata come punto di partenza per divertissiment grafici, vedi la scritta Family sulla maglia, che naturalmente inizia non con una sola F ma con due.

 

stats