MILANO MODA UOMO

Il modern punk di Neil Barrett

In occasione del 20esimo anniversario, Neil Barrett porta in scena una collezione essenziale ma anche grafica, movimentata da giochi di pattern e riferimenti alle uniformi di altre culture, come le stampe ricche e i colori provenienti dal Medio Oriente e dall’Asia.

Si impongono una grande pulizia delle forme e la tendenza a non lasciarsi andare a colori accesi: l'unica concessione è un tocco di rouge.

La definizione della silhouette si concretizza nei capispalla con riferimenti militari e nei blazer sartoriali da college in lane britanniche, tartan o tweed.

Predomina una sensazione di leggerezza, nonostante i tessuti corposi che avvolgono con disinvoltura e raffinata nonchalance i modelli, che sfilano con passo marziale.

La pelle è il materiale di primaria importanza nella collezione, valorizzata da numerose lavorazioni: stampata, traforata per dare leggerezza o intrecciata, per creare un nuovo bouclé maschile.

L’ispirazione dell'intera collezione è un movimento punk contemporaneo, evoluzione del movimento degli anni '70, traslato al mondo di oggi.

Anche le calzature riprendono le caratteristiche delle forme degli anfibi, in vitello nero, bordeaux e marrone gommato.

Le stampe, ipertecnologiche, si rifanno alle luci al neon di Soho e Shinijuku in tre dimensioni: micro, macro e mega, talvolta combinati in un unico pattern attraverso un tessuto jacquard, sviluppato esclusivamente per la collezione autunno-inverno 2019/2020.

a.c.
stats