mostre

Gianfranco Ferré sotto un'altra luce: in mostra a Torino 200 oggetti-gioiello

Architetto, stilista, ma anche designer di preziosi: in vetrina a Palazzo Madama di Torino, in anteprima mondiale, 200 oggetti-gioiello frutto della creatività di Gianfranco Ferré, realizzati per le sfilate dal 1980 al 2007.

 

«Spesso il gioiello è complemento del capo e suo accessorio, qualche volta persino necessario, è un dettaglio d'effetto. In alcuni casi, invece, è proprio la materia-gioiello a inventare e costruire l'abito, diventandone sostanza e anima» diceva il celebre stilista, scomparso nel 2007.

 

Una convinzione che fa da leitmotiv alla gallery allestita nel capoluogo piemontese, dal titolo "Gianfranco Ferré, Sotto un'altra luce: Gioielli e Ornamenti", organizzata e prodotta da Fondazione Gianfranco Ferré e Fondazione Torino Musei, che ha l'obiettivo di portare in primo piano una passione del designer che non è mai stata inferiore a quella riservata agli abiti: «Per Ferré - sottolinea la curatrice Francesca Alfano Miglietti - l'ornamento non è il figlio minore di un prezioso, ma un concetto di eternità che deve rappresentare l'immanenza del presente».

 

Con un progetto espositivo realizzato dall'architetto Franco Raggi, «l'esposizione si propone di offrire al pubblico, per la prima volta in assoluto - spiega Rita Airaghi, direttore della Fondazione Gianfranco Ferré - la visione di un aspetto specifico della creatività e della progettualità di Ferré, con l'intento di sottolineare come a esso lo stilista abbia riservato sempre un'attenzione speciale, in termini sia di ricerca applicata alla forma e alla materia, sia di ispirazione, con risultati quasi sempre innovativi e sorprendenti».

 

La mostra, aperta da oggi (12 ottobre) nella Sala del Senato di Palazzo Madama, è in programma fino al 19 febbraio 2018.

 

stats