nella capitale

Altaroma: inizio con fuori programma all'ex Dogana

Inizio turbolento per le sfilate di Altaroma, con le proteste di alcuni animalisti di fronte ai cancelli dell'ex Dogana di San Lorenzo, epicentro della manifestazione, in programma fino al 31 gennaio nella capitale. Ma le sfilate si sono svolte come da programma.

 

Tra i marchi protagonisti della giornata di oggi, 29 gennaio, spiccano L72 (nella foto di S. Dragone, G. Palma/L. Sorrentino), vincitore di Who Is On Next? 2015, Curiel Couture, Miao Ran, Antonella Rossi e Giada Curti.

 

Nell'elenco degli appuntamenti odierni sono da segnalare l'opening della mostra A.I. Artisanal Intelligence-Body for The Dress, l'esposizione "diffusa" Road to Style-Un omaggio a Benedetta Bruzziches in via dell'Oca e via della Penna, il film Roxanne Lowit Magic Moments che vede alla regia Yvonne Sciò, nota come attrice.

 

Sabato 30 gennaio è la volta, tra gli altri, di Greta Boldini e Luca Sciascia, a loro volta lanciati da Who Is On Next?, così come Avantblanc, Bams, Catherine de' Medici 1533 e Giannico, che espongono i loro accessori sempre nella sede dell'ex Dogana.

 

Qui trovano visibilità anche Luigi Borbone, la capsule collection della start up Multiple Identity TforThree, Renato Balestra e Roman Times, proiezione delle immagini scattate a New York da Bill Cunnigham. Altre location vengono utilizzate per la Fantastic Zoolander Night (al cinema The Space Moderno) e per la performance ContrariaMente di Vittorio Camaiani (a Palazzo Cerere).

 

Domenica 31 è ancora un nome uscito dal "laboratorio" del concorso organizzato da Altaroma e Vogue ad aprire le danze, Giuseppe di Morabito. A seguire Sabrina Persechino, Rani Zakhem, Nino Lettieri: quest'ultimo sfila al St. Regis Hotel, che ospita anche in serata i gioielli di Gaia Caramazza.

 

Altaroma, che inaugura in questa edizione i nuovi headquarters di via dello Scalo San Lorenzo, è al centro di nuove sfide, che però dovranno essere ritarate dopo la notizia del passaggio di Carlo Calenda, grande "supporter" della moda made in Italy, da vice ministro allo Sviluppo Economico ad ambasciatore in Belgio.

 

Tre le sezioni della rassegna: "Fashion Hub", sulla creatività emergente; "Atelier", con un focus sulle sartorie, i piccoli atelier, gli artigiani; e "In Town", che racchiude le iniziative connesse al mondo del fashion.

 

La kermesse è stata preceduta ieri, 28 gennaio, da pre-opening articolato in tre happening: la mostra 30 Anni di Gioielli Scultura, dedicata a Marina Corazziari, i "laboratori aperti" dell'Accademia Koefia e il lancio della terza edizione di New Designers at Coin Excelsior, che accende i riflettori nello store di via Cola di Rienzo 173 su una serie di brand giovani, alcuni dei quali presenti anche nel calendario dei catwalk show: Avantblanc, Catherine de' Medici 1533, Elena Ghisellini, Federica Berardelli, Giancarlo Petriglia e L72.

 

stats