NEW YORK FASHION WEEK

Michael Kors: stile, energia e glamour allo Studio 54

Il lusso spiccatamente Seventies sfila al Cipriani Wall Street: Michael Kors porta in scena una collezione di decisa impronta sartoriale, con dettagli caratterizzanti rubati ad uno dei posti più cult di New York, lo Studio 54.

Un luogo audace e grafico che definisce gli anni '70 e '80, evocando la stravaganza e l’immaginazione di quel singolare momento nella storia di New York e nella moda, ospitando artisti e personaggi di spicco culturale a livello internazionale.

«Dalla mia prima volta allo Studio 54, nel 1977, sapevo che il mix di stile, energia e glamour era davvero speciale - afferma Kors -. Non c'erano regole di moda, nessun codice di abbigliamento - le persone indossavano quello che volevano ed era quasi sempre qualcosa di affascinante e esagerato».

L'attitudine, pur raccontando di vero luxury, si fa disinvolta e per nulla rigida, senza tralasciare qualche omaggio al mondo sportivo. Praticità all'insegna della più sofisticata nonchalance: la gonna frusciante con l’orlo asimmetrico di organza a fiori è indossata sotto una giacca di principe di Galles stretta in vita.

Il dettaglio, irrinunciabile, che è messo in evidenza sui capi, ma anche sugli accessori come le borse e le calzature, è la pelle. La sua solidità colorata e di gioiosa consistenza va comporre il dress delle giacche e del trench patchwork o delle pellicce oversize, rigorosamente ecologiche.

Il maxi cardigan non manca mai nell'armadio invernale: che sia girocollo o morbidamente incrociato, color grigio, fluo, o con forme geometriche poco importa: l'importante è che ben segni la figura femminile e la metta in evidenza, indossato su romantici abiti in seta floreale.

Tre i must-have della collezione: innanzitutto gli abiti da sera in seta strech, in colori gioiello che brillano alla luce dellanotte con le paillettes applicate a mano, su cui campeggia il logo Studio 54. Poi i cappelli a veletta da cocktail, frutto di una collaborazione con Stephen Jones. Inoltre, il cavallo di battaglia della maison: le tracolle super capienti in cuoio da indossare all day long, con gli scaldamuscoli da dancefloor sui sandali con plateau.

Lo show si è terminato con l'esibizione live sul palco di Barry Manilow, che ha intrattenuto pubblico e modelle cantando uno dei più grandi successi: Copacabana.

a.c.

NEW YORK WOMEN FW 19-20: MICHAEL KORS



 

stats