paris fashion week

Parigi parte con Dior. Stasera Saint Laurent e poi un'escalation di debutti

Dopo la sfilata di Jacquemus ieri sera, oggi (26 settembre) si entra nel vivo della fashion week parigina: alle 14.30 ha sfilato Dior (nella foto), puntando su un'immagine fresca e molto francese, e alle 20 tocca a Yves Saint Laurent.

 

Tra i pezzi forti mandati in pedana da Maria Grazia Chiuri, direttore creativo di Dior - al centro delle celebrazioni per i 70 anni - spiccano gli ampi pantaloni in denim con impunture e cintura gioiello, da abbinare alla maglia marinière alla Jeanne Moreau in Jules et Jim o a una camicia bianca e spolverino, le gonne a pieghe in tulle da cui si intravedono gli short, i corti scamiciati che si portano con le calze sopra il ginocchio a loro volta a righe, i pantaloni e i completi in pelle patchwork à la motard, dove i giochi di nero, blu, bianco e giallo limone ricordano i quadri di Mondrian.

 

Paillette, cuori, passamanerie colorate che sdrammatizzano la giacca blu, volti ricamati, dinosauri riprodotti sulle T-shirt, i piccoli pois sulle camicie scivolate piaceranno alle Millennials più romantiche, nel cui guardaroba non potranno mancare anche i piccoli e brillanti top a mosaico e gli stivali simili a calze a rete. Le new hippy apprezzeranno le gonne ampie, stile Woodstock. Alla fine, Chiuri saluta il pubblico indossando un look molto semplice: jeans con risvolto e blazer scuro.

 

Questo è solo l'antipasto di una settimana ricca di fashion show da tenere d'occhio. Oltre a Yves Saint Laurent stasera, osservati speciali sono, tra gli altri, Lanvin domani 27 settembre, con la nuova direzione creativa di Olivier Lapidus, e sempre il 27 Dries Van Noten al suo centesimo défilé. Un altro debutto il 27 è quello di Richard René da Guy Laroche. Carven nell'era di Serge Ruffieux è tra i protagonisti del 28 settembre, mentre il 29 Ungaro scommette su Marco Colagrossi, successore di Fausto Puglisi alla guida creativa.

 

Da segnalare il 30 l'esordio sotto la Tour Eiffel di Altuzarra (brand americano che in passato ha sfilato a Parigi) e il primo ottobre Givenchy, che apre ufficialmente il nuovo capitolo con Clare Waight-Keller, anticipato da una campagna teaser immortalata da Steven Meisel.

 

Sempre il primo ottobre si alza il sipario su Valentino. Il 2 si comincia con Stella McCartney e si chiude con Alexander McQueen, ma in calendario ci sono anche Giambattista Valli, Hermès e Sacai. Ultime battute il 3 ottobre con Chanel, Moncler Gamme Rouge, Miu Miu, Thom Browne e Louis Vuitton.

 

stats