paris fashion week

Stella McCartney: in pedana i piumini "cruelty free"

Il piumino è morto, viva il piumino. Così la pensa Stella McCartney, che lo propone per l'inverno 2016/2017 in varie fogge: corto e trapuntato, oversize, couture. E rigorosamente "cruelty free", imbottito di fiocchi senza l'utilizzo di piume. Ma accanto alla consistenza di questo classico dell'abbigliamento si fanno strada materiali leggeri, ripresi dalla lingerie.

 

In pedana si alternano diverse sfaccettature di un'immagine femminile che, a seconda delle occasioni, si fa più romantica o, al contrario, pratica. C'è spazio tanto per l'abito leggerissimo, con intarsi in pizzo e gonna plissettata, quanto per il completo con short matelassé in "skin free skin", camicia rigorosa e piumotto lungo. Il coat in denim usurato, appoggiato sulle spalle, si inserisce in un look ricercato e "pijama style".

 

Da un blazer morbido, monopetto, occhieggia maliziosa una canotta in seta, mentre sui pantaloni dalla silhouette soft spuntano disegnature di cigni. Il vestito con ruche e coulisse ricorda una camicia da notte, ma con il twist di un modello da giorno.

 

Non è un'eleganza ostentata, quella immaginata dalla stilista britannica, ma la seduzione è palpabile: si gioca nei vedo non vedo degli inserti in pizzo, in una caviglia che spunta dalla lunga gonna plissettata oppure nel collo nudo, valorizzato da uno scollo a cratere e dall'immancabile monorecchino.

 

In controtendenza rispetto ad altre collezioni, le borse di Stella McCartney sono capienti: goffrate, da portare a mano, hanno un manico ad anello in metallo. Alla voce footwear, il futuro must è la décolleté a punta con un comodo tacco a cono.

 

stats