PARIS FASHION WEEK

Balmain: la generazione di Rousteing è super glam

Per la primavera-estate 2020 di Balmain, Olivier Rousteing omaggia, sempre tenendo presente il dna della griffe, i favolosi anni della sua generazione: non c'è da stupirsi se la collezione si chiama Talkin’ ‘bout my generation.

Ed ecco che la moderna eroina di Balmain, sulle note di Baby Baby One More Time di Britney Spears, si sente perfettamente a proprio agio con giacche dalle spalle pronunciate - il trademark della maison -, abbinate a pantaloni stretti che si aprono sul fondo a zampa larga stile Seventies, privilegiando anche tutine a vita alta e cagoule à la Grace Jones, realizzate in seta nera e arancio o a righe bianche e nere e accompagnate da giacche tuxedo oversize.

«Sono certe melodie che creano dipendenza, in particolare quelle di artiste come Beyoncé, Britney, Christina (Aguilera) e JLo. Hanno ispirato questa collezione e si sono tradotte in outfit», ha spiegato lo stilista nel backstage, visibilmente commosso per l’entusiasmo dei numerosi ospiti dello star-system alla sfilata e dai quasi 2mila fan che si assiepavano fuori dal Palais Garnier, pronti a immortalare i loro idoli.

I magici anni '90 dominano la scena nell’apertura dello show: s'impongono forme teatrali, gonne lunghe a quadri, meravigliosi jumpsuit e abiti dalle spalline imponenti.

Decorazioni a profusione rendono i capi sfavillanti e sorprendenti: passamanerie e decori disegnano intrecci sofisticati, che parlano di una cura minuziosa per il particolare. Il risultato è ultra glam, ma c'è spazio anche per la sostenibilità, il diktat di tutte le maison: Balmain ha infatti svelato la partnership con Diamond Foundry, azienda impegnata nella produzione a ridotte emissioni di carbonio, che realizza gioielli a forma di spirali, cerchi e geometrie ispirate all'Art Déco.

Un grande must, un grande amore: il gioco del pied-de-poule bianco e nero diventa citazione autoreferenziale di un irrinunciabile classico femminile di Balmain. Ed è geometrico e lucido, dall'effetto superglossy, per abiti da cocktail seducenti, che lasciano senza fiato.

L'accessorio che si fa notare di più e che costituisce un elemento imprescindibile è la borsa, che sceglie una forma imbottita in pelle scamosciata, ornata di borchie dorate rifinite con cinturini in velluto, o diventa clutch in matelassé metallizzato, con fantastici pattern marmorei.

Le calzature sono le compagne più fedeli della clubber girl di Balmain, pronte ad accompagnarla e, perché no, talvolta a rubarle la scena nelle notti più scatenate. Spazio a sandali cut out sul davanti in tutta la gamma cromatica dello show, che va dal bianco ottico al nero, dal blu elettrico al rosso fuoco, per approdare al colore forte del giallo limone.

Questa collezione, forse una delle più complete da quando Olivier è al timone creativo, segna un’altra novità: quella della linea beauty insieme a Kylie Jenner.

a.c.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

stats