Paris fashion week

Chloé: lo spirito libero di tre donne differenti

La collezione autunno inverno 2020-2021 di Chloé, firmata dal direttore creativo Natacha Ramsay-Levi rivendica il suo spirito libero mixando con sapienza l’invito fatto a tre personalità di fama mondiale a partecipare al fashion show: Rita Ackermann, l’americana-ungherese famosa per i lavori di corpi astratti, Marianne Faithfull, cantante e attrice britannica, e Marion Verboom, la scultrice di Nantes.

 

Tre donne differenti, scelte dalla stilista per regalare una visione diversa e unica per capi rigorosamente femminili e day long che si possono indossare in tutto l’arco della giornata. Se da un lato la scenografia ideata dalla Verboom con le voluttuose colonne in jesmonite - intitolate Tectonies - esposte recentemente alla Beaux-Arts di Parigi durante la mostra Infinite Sculpture, mostravano la parte fragile e nascosta del pragmatismo della maison, dall’altra la voce suadente della Faithfull con lettura di poesie e testi faceva da tappeto musicale alla collezione che esprima il concetto di moda, come cultura che possa essere un piacere, e cibo per la vita.

 

«Non sono una stilista a cui piace lavorare da sola - ha spiegato Natacha Ramsay-Levi subito prima della sfilata - Naturalmente, ci sono momenti di solitudine per schiarirmi le idee, ma la mia ispirazione arriva spesso dal lavoro creativo di un team. Ecco perché ho chiesto a questo trio di donne di accompagnarmi in questo momento importante».

 

In passerella, una palette colori che ai classici marroni e nero affianca pennellate fresche e vivide di verde e albicocca, che si intensifica nel rosso laccato o giallo cadmio.

 

Le silhouette sono seducenti ma anche impalpabili come nei drappeggi e negli intarsi degli abiti degli abiti lunghi. Ma fanno bella mostra di sé anche i dipinti di Rita Ackermann che sono riprodotti su alcuni capi e su una selezione di accessori, tra cui borse e gioielli.

 

Come accessori, forme diverse per trovare la propria preferita a seconda dell'occasione d'uso: dalle sacche medie o grandi con intrecci maxi che adornano la parte della pancia e diventano impugnature da portare a mano, alle tracolle di stile bohémien che si abbinano perfettamente al nuovo linguaggio personale e multiforme della collezione.

 

Un manifesto femminile rivoluzionario fedele al marchio ma con un twist accattivante per le nuove generazioni pop, che desiderano sicuramente vivere libere.

a.c.

PARIS WOMEN FW 20-21: CHLOE


stats