paris fashion week

Dior Homme: Kim Jones celebra il mondo intimo e privato di Christian Dior

Kim Jones, nuovo direttore creativo di Dior Homme, si è ispirato al mondo intimo e privato di Christian Dior, amante dell’arte e amico di personalità come Jacques Bonjean, l’illustratore Christian Bérard e il poeta Jean Cocteau.

Un invito, quello di Jones (ex Louis Vuitton uomo) a vivere appieno la vita ma anche a documentarsi su chi ha fatto la storia della moda, partendo dalla complessa struttura creativa e artistica dell’abito Fête del 1948.

PARIS MEN SS 2019: DIOR HOMME


La silhouette è più morbida e casual, per una decisa e universale democratizzazione dell'haute couture con influssi dall'abbigliamento sportivo.

Un podio circolare e una scultura monumentale ricoperta di rose, disegnata dall'artista Kaws - che simboleggiava Monsieur Dior con il suo cane Bobby - ha fatto da sfondo alla collezione Spring-Summer 2019, in una celebrazione della natura come amava il fondatore della maison. Una natura rigogliosa e lussureggiante, tra blu, rosa, azzurro, bianco, blu marine, giallo e fantasie floreali acide.

I capi leggeri aprivano la sfilata, mettendo in evidenza i materiali fluidi e trasparenti, in colori tenui, e allo stesso tempo la fermezza di un uomo di carattere.

Motivi floreali si trovano nelle stampe e nei ricami sublimati, inoltre, dall’apporto da Maison Lemarié, che da sempre confeziona i ricami Haute Couture per la griffe.

Nuovo taglio per le camicie, con una scollatura che consente di scoprire il collo. I colori fluorescenti si dipanano in tutta la collezione, per abiti dalle linee pulite. Da notare il ritorno del "toile de jouy" e le toppe che decorano le silhouette.

Gli accessori sono superchic e trovano origine nel patrimonio unico della Maison Dior: la sac-saddle viene reinterpretata per la prima volta nella versione maschile, nella forma a bisaccia con applicazioni patch, e si accompagna a zaini in pelle e a una maroquinerie che si moltiplica in varie interpretazioni, dalla toile de jouy in versione ricamata ai motivi a nastro laser, con numerose varianti di colore.

Sui numerosi accessori campeggiavano i primi esiti della collaborazione con Yoon, co-fondatrice dell'etichetta giapponese Ambush e nuova jewellery designer di Dior Homme, che ha modificato le iniziali CD, i fiori e gli insetti in gioielli.

Una collezione molto applaudita da una folla di vip, tra cui Rita Ora, Lenny Kravitz, Naomi Campbell, Kate Moss, Virgil Abloh, Kris Van Assche, Robert Pattinson, Victoria Beckham, Haider Ackermann, Karl Lagerfeld e la famiglia Arnault al completo.

a.c.
stats