Paris Fashion Week

I colori della Riviera per l'inno alla speranza di Giambattista Valli

Per la collezione primavera-estate 2021 Giambattista Valli sceglie di condurci in un viaggio nella natura, in piena fioritura della Riviera ligure, creando un dialogo introspettivo con noi stessi nel trovare il piacere di prenderci veramente cura del nostro corpo, e di comprendere l’importanza e l’emozione di indossare abiti, che procurano un sentimento di gioia.

Una collezione nata da questa percezione di speranza e da un ritrovato e apprezzato lusso, esaltato dai colori radiosi, illustrati dalla lente dell’iPhone dello stesso direttivo creativo.

La line-up fluida, disinibita sia nei pezzi da giorno sia in quelli speciali per occasioni festive, da sera, dove corolle di tulle si avvolgono sulla robe-bustier, celebra il legame tra la femminilità e la consacrazione del corpo.

Le stampe grafiche e i pantaloni in tela di denim, per rispondere alla moderna esigenza di un guardaroba versatile, si abbinano a completi bouclé rifiniti.

Il nuovo monogram viene introdotto, come leitmotiv accanto al logo della maison, diventando ricamo o stampato su camicie, borse, tasche dei pantaloni o ancora, come fibbia per cinture.

Il sogno di una bellezza spensierata culmina negli abiti in tulle color “sorbetto”, o nei colori sbiaditi dal tepore del sole della costa tirrenica: la sicurezza della “pesca” scivola nell’elettrico del “lime”, l’inconsistenza dell’“acqua” scorre nel beneficio del “cedro”.

E se questa eccellenza continua a esistere, come sottolinea Valli, è perché c'è chi continua ad acquistare certe creazioni, dunque un sentito grazie alle centinaia di sarti, artigiani, ricamatori, che ci fanno sognare ogni volta, dimostrandoci che ogni giorno è un giorno d’amare.

a.c.
stats