PARIS FASHION WEEK

Il fascino ipnotico di Courrèges secondo Yolanda Zobel

 

Courrèges, marchio in fase di rilancio guidato dalla ex Acne Studios Christina Ahlers e dalla direttrice creativa Yolanda Zobel, ha portato in passerella look spaziali e geometrici dall'allure brillante.

Esprime una realtà contemporanea, dove la femminilità viene reinterpretata secondo elementi e colori street urban, che riconducono a un presente frizzante, per concedersi alla stagione estiva dove regnano il relax e la spensieratezza.

A sottolineare il fascino indiscreto della donna Courrèges sono cappe, tubini, short e gonne in maglia leggera e operata che, irregolari, delineano una fisicità longilinea. In generale, la maglieria "nonchalant" lascia intravedere il corpo attraverso punti a maglia aperta.

Ipnotizzanti sono gli occhiali maxischermo dai colori fluo. Geniale l’accostamento di tessuti check, che ospitano piccoli inserti a cappa sul collo o trench calandrati, per un effetto space-oddity.

Semplicità e pulizia nelle tonalità, attenzione rivolta alle forme. Nelle tonalità accese del verde mela o dell’arancione mandarino, tanto care ad André Courrèges, si presentano nelle maglie oversize, con tagli alla Burri, appoggiate a pantaloni a vita alta o micro-short che scivolano morbidi sulle gambe. Per sottolineare ancora una volta un'eleganza lunare e sussurrata.

Punto di forza, l'accessorio. Se i look dalle forme scolpite e asimmetriche sfilano con una certa riservatezza, a occupare il primo posto sono le sneaker. Piccole sculture realizzate con punte rialzate e con materiali vinilici, perfette per atterrare da un elicottero, un aereo o per un viaggio nell’orbita lunare.

a.c.

PARIS WOMEN SS 2020: COURREGES



 

 

 

 

 

 

 

stats